La Bibbia Protestante è alterata

Falso!Noi abbiamo la stessa vostra Bibbia. Quella dei Testimoni di Geova è alterata nella traduzione, in quanto è stata scritta parecchi anni dopo la diffusione delle dottrine geoviste di Russel, tradotta in modo da sminuire la figura centrale di Gesù Cristo e la sua divinità .

Purtroppo in ambito cattolico circolano queste voci ma potreste fare subito a procurarvi una Bibbia protestante e una cattolica e metterle a paragone. La sola differenza è la mancanza di alcuni libri dell’Antico Testamento, i libri deuterocanonici che noi chiamiamo aprocrifi e che non vengono accettati nemmeno dagli Ebrei (leggi del perchè ci fidiamo del canone ebraico) che hanno composto il canone biblico antico dell’Antico Testamento.

I suddetti libri deuterocanonici furono aggiunti al canone cattolico dopo il Concilio di Trento in risposta alla Riforma Protestante che aveva affermato che nella Bibbia non si pregano i defunti e non esiste il Purgatorio, così come la mancanza dei sette sacramenti cattolici, che sarebbero ridotti a battesimo e eucarestia. Infatti non vi è traccia della altre dottrine, così la Chiesa Cattolica ha reso ufficiali i libri deuterocanonici e li ha inseriti nel canone, ma questo solo dopo il 1500. Quindi sono i cattolici ad avere la Bibbia alterata in quanto hanno inserito al canone e in tarda età  libri non ispirati che nemmeno i Padri della Chiesa avevano accettato, ecco perché la questione era rimasta controversa, e solo per difendere delle usanze che erano entrate a far parte delle pratiche cattoliche popolari e solo parecchi secoli dopo Cristo.

Ecco cosa dice il Catechismo Cattolico Maggiore

887. Che dovrebbe fare il cristiano se gli venisse offerta la Bibbia da un protestante o da qualche emissario dei protestanti?

Se ad un cristiano venisse offerta la Bibbia da un protestante, o da qualche emissario dei protestanti, egli dovrebbe rigettarla con orrore, perché proibita dalla Chiesa; che se l’avesse ricevuta senza badarvi, dovrebbe tosto gettarla alle fiamme, o consegnarla al proprio parroco.

888. Perché la Chiesa proibisce le Bibbie protestanti?

La Chiesa proibisce la Bibbie protestanti perché o sono alterate e contengono errori, oppure, mancando della sua approvazione e delle note dichiarative dei sensi oscuri, possono nuocere alla Fede. Per questo la Chiesa proibisce eziandio le traduzioni della Sacra Scrittura già  approvate da essa, ma ristampate senza le spiegazioni dalla medesima approvate.

Come dice questa ultima frase, la Chiesa Cattolica vuole spiegare a modo suo i passi biblici che ritiene “non chiari”, ecco perché le proibisce. Ma la Scrittura è chiarissima, Dio ci dice di leggerla perché è la sua Parola e non ci ha parlato una lingua incomprensibile appunto perché è per noi. E’ lo Spirito Santo che parla nel credente e lo guida quando si accinge a leggere la Bibbia con onestà  e senza pregiudizio. Infatti tra le tante denominazioni protestanti, tantissime, tutte hanno lo stesso concetto della salvezza e tutte sono d’accordo sui fatti basilari della fede cristiana. Le differenze tra loro sono minime e marginali e non vanno ad intaccare il messaggio cristiano fondamentale, perché su quello non si discute. E chiunque legge la Bibbia si troverà  d’accordo su questo. Gli errori nelle nostre Bibbie non ci sono, perchè abbiamo le stesse traduzioni di quelle cattoliche, se le nostre contengono errori allora le contengono anche quelle cattoliche. La sola differenza è la mancanza di note nelle nostre, in quanto riteniamo che ogni cristiano è chiamato al libero esame della Scrittura.

Eppure noi protestanti non rigettiamo e non consigliamo alla gente di non leggere la Bibbia cattolica, (questo è il comportamento di una setta!) in quanto molti di noi, prima della conversione, hanno cominciato a leggere proprio la Bibbia CEI che avevano in casa. Unica cosa, mettiamo al corrente della non ispirazione dei libri quali Tobia, Giuditta, Maccabei, Baruc e Ecclesiastico. Per il resto le due Bibbie sono identiche. Anzi le traduzioni migliori e più aderenti al testo originale greco, sono proprio quelle protestanti, i quali danno una importanza alla Bibbia e a quel che dice maggiore di quanta glie ne diano i cattolici, che la leggono molto meno. E questo fatto viene riconosciuto anche dalle autorità  cattoliche.

Allora, chi ha la Bibbia alterata? I cattolici o i protestanti?