Conversione di Bruno Cornacchiola?

Conversione da che? Dall’ateismo e dalla rabbia anticattolica, non di certo dal vero cristianesimo biblico?

Facciamo un po’ di luce sul caso della conversione di Bruno Cornacchiola, che viene definito “protestante”, quindi “cristiano” che ha fede nella Bibbia.

Leggendo qua e là sui siti cattolici trovo sponsor come questi:

Bruno Cornacchiola, protestante anti-cattolico convertito al cattolicesimo grazie all’apparizione della Madonna della Rivelazione.

Non si sa dove ci si deve aggrappare pur di screditare il protestantesimo definendolo pieno di odio e senza Dio.

Ma vediamo chi era Bruno Cornacchiola, prima di andare avanti a spiegare.

Bruno Cornacchiola non era protestante come si dice in ambito cattolico. Egli ce l’aveva con Dio e con la Chiesa Cattolica. Era una persona ignorante nel senso che non aveva studiato e non aveva ricevuto educazione cristiana. Era cresciuto in una famiglia senza valori morali e così era stato abituato. Non aveva una benché minima educazione biblica e per di più era povero e depresso. Per questo odiava la chiesa cattolica, non perché conoscesse le sue dottrine sbagliate e avesse fede nella Bibbia, in quanto lui, di Dio non ne voleva sapere, nonostante fosse alla fine entrato in una comunità protestante (gli Avventisti del Settimo Giorno). Quindi è sbagliato riferirsi a lui come protestante cristiano, in quanto i protestanti sono solo a favore di Dio e a lui fedeli. Questo Cornacchiola era soltanto un anti-cattolico, un attivo comunista che voleva attentare alla vita del papa. E la cosa è ben diversa! Anti-cattolici possono essere anche gli atei o comunisti, come infatti era Cornacchiola e come lo sono stati altri nel corso della storia.

Ecco che il diavolo ha potuto metterci il suo zampino, visto che questa persona non era cristiana e non aveva fede autentica. Infatti l’apparizione riesce laddove la gente è ignorante, non conosce la Bibbia e non è nata di nuovo di acqua e di spirito, ma non può nulla contro i veri seguaci di Gesù Cristo, da Lui protetti. Non è un caso che le apparizioni mariane proliferano nei paesi cattolici. A che pro per il diavolo apparire in ambienti dove ne conoscono la vera matrice? Di certo questo Cornacchiola non credeva nemmeno al diavolo, se non credeva in Dio!

Essere protestanti non vuol dire essere in collera né con il mondo intero, né tanto meno con Dio. Essere protestanti vuol dire essere cristiani come la Parola di Dio comanda. Vuol dire essere “nati di nuovo” ed essere stati santificati dallo Spirito Santo. Ogni cristiano deve aver ricevuto la chiamata interiore e aver accettato per fede e senza riserve l’opera dello Spirito di Dio che si è manifestato in lui.

Allora, questo Cornacchiola era protestante? Ovvio che no. Non era un cristiano nel senso biblico, forse amava definirsi protestante in senso di protesta contro la Chiesa di Roma, ma la cosa è ben diversa. Era un credente di facciata come tanti nel mondo, uno più facile da ingannare visto che non beneficiava della protezione di Dio. Era entrato nella confessione protestante non per fede sincera (come Gesù richiede in Giovanni 3:5-6) ma per odio contro il cattolicesimo e per avversione, quindi la motivazione è più dettata da motivi politici o sociali. Infatti sappiamo che era un comunista (come oggi definiremo i no-global) e non se la passava proprio bene economicamente e l’aver parlato con quel soldato tedesco protestante non aveva fatto altro che alimentare il suo odio verso papi e vescovi, e non è che avesse tutti i torti visto che vivono nel lusso e la povera gente muore di fame. Ma per la chiesa cattolica, chiunque non sia cattolico viene definito “protestante” nel senso che protesta contro di essa. (leggi che vuol dire “protestante” > Che religione è una religione che “protesta”?)

Ora analizziamo il messaggio dato a Cornacchiola durante l’apparizione del 12 aprile 1947, sempre alla luce della Bibbia.

Sono Colei che sono nella Trinità Divina.

Questa è la più grande eresia mai sentita da un’apparizione. La Madonna che vuole far parte della Trinità ? Ciò vuol dire che lei era lì già da prima della creazione del mondo, lei essere umano nato nel peccato come tutti gli altri (Rom. 3:23). Non è l’umile e devota Maria a dirlo, ma l’avversario.

Sono la VERGINE DELLA RIVELAZIONE.

Rivelazione di cosa? Non ci saranno altre rivelazioni, questo dice la Bibbia, questo dissero gli apostoli e questo disse l’apostolo Paolo nelle sue epistole. “La fede è stata trasmessa una volta per tutte ai santi” cioè a loro apostoli che stavano predicando ai discepoli (Giuda 3). Non bisogna credere a nuove rivelazioni perché sono falsi profeti (Matteo 24:24; 2Pietro 2:1). Ci sarà solo il ritorno di Gesù Cristo, non altre rivelazioni, perché quel che dobbiamo sapere ci è stato trasmesso dagli apostoli che hanno messo per iscritto i loro messaggi in maniera impeccabile. L’apostolo Paolo ha poi detto:

“Le profezie verranno abolite; le lingue cesseranno; e la conoscenza verrà abolita” (1Corinzi 13:8).

Che vuol dire? Che non ci saranno nuove rivelazioni e quelle che ci saranno saranno false. Poi aggiunge in un’altra epistola:

Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunziasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia anatema. (Galati 1:8)

Altro messaggio dell’apparizione delle Tre Fontane:

Tu mi perseguiti, ora basta! Entra nell’ovile santo, corte celeste in terra. Il giuramento di Dio è e rimane immutabile: i nove venerdì del Sacro Cuore, che tu facesti, amorevolmente spinto dalla tua fedele sposa prima di iniziare la via dell’errore, ti hanno salvato!”.

Non sembrano le parole date da Gesù già in cielo a Paolo mentre era in viaggio nel deserto quando perseguitava Dio ed era con gli Israeliti? Certo, il messaggio che ne ha causato la sua conversione. La Madonna si sarebbe messa al posto di Gesù Cristo. Chi perseguita Dio non sta perseguitando Maria, ma Dio. Altra falsità biblica.

Desidero darti una sicura prova della divina realtà che stai vivendo, perché tu possa escludere ogni altra motivazione del tuo incontro, compresa quella del nemico infernale. E questo è il segno: Quando incontrerai un sacerdote nella chiesa o per via, avvicinalo e rivolgigli questa espressione: “Padre, le devo parlare!”. Se costui ti risponderà : “Ave Maria, figliolo, cosa vuoi?” pregalo di fermarsi perché è quello da me scelto. A lui manifesterai ciò che il cuore ti dirà e obbediscilo, ti indicherà infatti un altro sacerdote con queste parole: “Quello fa per il tuo caso”.

Rivolgersi al sacerdote chiamandolo Padre??? E’ sbagliato rivolgersi agli esseri umani chiamandoli “padre”. La Bibbia dice:

V’è un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo, un solo Dio e Padre di tutti, che è al di sopra di tutti, fra tutti e in tutti. (Efesini 4:5-6)

Chiamare Padre altri vuol dire portarli alla grandezza di Dio ed è idolatria. Padre è colui che ci ha creato. Altro padre è il nostro padre carnale, il nostro papà . Ma per la spiritualità il Padre è solo Dio. Poi ancora, l’apparizione si mette al centro delle preghiere idolatre, al centro della fede, e Gesù Cristo passa da parte. Sarebbe cristiano tutto questo?

Altro messaggio dell’apparizione:

Si preghi assai e si reciti il Rosario quotidiano per la conversione dei peccatori, degli increduli e per l’unità dei cristiani. Le Ave Maria che voi dite con fede e amore, sono tante frecce d’oro che raggiungono il Cuore di Gesù.

Il rosario? Preghiere alla Madonna e idolatria, solo una pratica pagana condannata nella Bibbia (leggi Il Rosario). Gesù non può essere felice di questo e non possiamo fare breccia nel suo cuore trasgredendo i comandamenti di Dio. Lo ha più volte detto nei Vangeli.

Con questa terra di peccato opererò potenti miracoli per la conversione degli increduli.

Sicuramente! Il diavolo può fare miracoli  e convertire le anime a qualcosa che non sia Dio.

Il mio corpo non poteva marcire e non marcì. Mio Figlio e gli angeli mi vennero a prendere al momento del mio trapasso

Certo! E come mai nessuno degli apostoli ne parlò nei Vangeli? Se ci fosse stata l’ascensione di Maria in cielo come per Gesù, possibile che nessun angelo di Dio parlò ai profeti e agli apostoli del Nuovo testamento, avvertendoli che Maria era andata in cielo e la si doveva venerare e pregare? Invece nulla. La Bibbia non racconta niente di Maria, specialmente dopo la morte di Gesù (vedi Come morì Maria?). E’ chiaro che questi messaggi hanno matrice demoniaca e tendono a distorcere e annullare il messaggio del Vangelo. Ma come dicono i vangeli “Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunziasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia anatema”. (Galati 1:8). E così sia!

Per approfondimento leggi I Messaggi Mariani.

Rigettiamo quindi il fatto che Cornacchiola sia stato un cristiano nel vero senso biblico convertito al cattolicesimo, per i motivi spiegati sopra.Ricordiamo, inoltre, che essere definito “cattolico” o “protestante” o altro, non vuol dire avere fede sincera. Quella è in ogni singola persona, non la fa l’appartenenza ad un gruppo religioso, per cui possiamo trovare cattolici solo per tradizione e definizione, ma agnostici o atei di cuore, e cattolici che credono davvero alla loro religione e la difendono a spada tratta; come possiamo trovare protestanti che sono nati in paesi protestanti, hanno ricevuto un’educazione protestante e poi si sono allontanati dalla loro chiesa nel senso biblico del termine e non hanno avuto la conversione dello Spirito. Non bisogna, per questo, fare di tutta l’erba un fascio.

Per questo è bene basarsi su ciò che dice Gesù e come definisce il salvato, il cristiano vero. Bisogna avere la chiamata dallo Spirito che può avvenire solo se Dio la manda. “Il vento che non sai né da dove viene e né dove va” e così è il soffio dello Spirito Santo, che sentiamo ma non vediamo. Questa è la vera fede! L’illuminazione improvvisa di chi si sente finalmente rinato e dice “Grazie Signore per avermi illuminato e avermi tolto i prosciutti dagli occhi”. Da quel momento la persona, dopo aver chiesto perdono per i suoi peccati, viene perdonato e santificato dallo Spirito di Dio che va ad abitare in lui e comunicherà con lui per tutto il resto della vita (1Corinzi 6:19; 1Tessalonicesi 5:23)

Gesù gli rispose: «In verità , in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio».
Nicodemo gli disse: «Come può un uomo nascere quando è già vecchio? Può egli entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e nascere?»

Gesù rispose: «In verità , in verità ti dico che se uno non è nato d’acqua e di Spirito, non può entrare nel regno di Dio.
Quello che è nato dalla carne, è carne; e quello che è nato dallo Spirito, è spirito.

Non ti meravigliare se ti ho detto: “Bisogna che nasciate di nuovo”.
Il vento soffia dove vuole, e tu ne odi il rumore, ma non sai né da dove viene né dove va; così è di chiunque è nato dallo Spirito». (Giovanni 3:3-8)

Potrebbe piacerti anche
3 Commenti
  1. ChristianFaith dice

    Cornacchiola ha scoperto la fede solo dopo l'apparizione delle Tre Fontane, prima di allora era un bestemmiatore. Amava ritenersi protestante di nome, nel senso di repulsione per la chiesa cattolica ma non perch

  2. ChristianFaith dice

    Il diavolo pu

  3. ChristianFaith dice

    Inoltre una profezia adempiuta, un miracolo, un segno, non sono da prendersi per forza sul serio se

Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più