Il canone biblico ebraico è corretto?

I Cattolici parlando del fatto che nemmeno gli Ebrei riconoscono i loro sette libri che hanno inserito nell’Antico Testamento, dicono:

Possibile che i fratelli separati (protestanti) non si rendano conto di andare contro il cristianesimo stesso dando autorità  agli hebrew-bible_0[1]ebrei, in un’epoca dove già  esistevano le prime comunità  cristiane? Possibile che diano ascolto agli Ebrei che hanno messo a morte Gesù?

Ma noi diciamo:

Possibile che i cattolici non si rendano conto che l’Antico Testamento appartiene agli Ebrei quale popolo di Dio e al quale è stato affidato da Dio stesso? Vogliamo che loro non sappiano quali siano i libri ispirati quando Dio stesso si è manifestato a loro? Il loro Dio è il nostro stesso Dio, il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe! O voi cattolici annullate il Dio del’Antico Testamento non rendendovi conto che è lo stesso Gesù Cristo? Possibile che i cattolici non si rendano conto che il fatto che gli Ebrei abbiano messo a morte Gesù stava scritto nelle profezie dell’Antico Testamento e doveva accadere per far arrivare la salvezza anche a noi gentili?

L’apostolo Paolo, in Romani parla ai suoi fratelli cristiani esternando la sua tristezza nel cuore per il fatto che i suoi fratelli di sangue, gli Ebrei, non avessero accettato Gesù Cristo come Messia:

Dico la verità  in Cristo, non mento – poiché la mia coscienza me lo conferma per mezzo dello Spirito Santo – ho una grande tristezza e una sofferenza continua nel mio cuore; perché io stesso vorrei essere anatema, separato da Cristo, per amore dei miei fratelli, miei parenti secondo la carne, cioè gli Israeliti, ai quali appartengono l’adozione, la gloria, i patti, la legislazione, il servizio sacro e le promesse. (Romani 9:1-4)

Poi difende le scelte sovrane di Dio che ha preso questa decisione e ha indurito il cuore di Israele:

Che diremo dunque? Vi è forse ingiustizia in Dio? No di certo! Poiché egli dice a Mosè: «Io avrò misericordia di chi avrò misericordia e avrò compassione di chi avrò compassione».(Romani 9:14-15)

Poi spiega che tutto questo era già  stato preannunciato dai profeti:

E’ il SIGNORE che ha sparso su di voi uno spirito di torpore; ha chiuso i vostri occhi, i profeti, ha velato i vostri capi, i veggenti. (Isaia 29:10)

E si adempie in loro la profezia d’Isaia che dice: “Udrete con i vostri orecchi e non comprenderete; guarderete con i vostri occhi e non vedrete; perché il cuore di questo popolo si è fatto insensibile: sono diventati duri d’orecchi e hanno chiuso gli occhi, per non rischiare di vedere con gli occhi e di udire con gli orecchi, e di comprendere con il cuore e di convertirsi, perché io li guarisca”.

Ma beati gli occhi vostri, perché vedono [ai cristiani]; e i vostri orecchi, perché odono!
In verità  io vi dico che molti profeti e giusti [gli Ebrei] desiderarono vedere le cose che voi vedete, e non le videro; e udire le cose che voi udite, e non le udirono. (Matteo 13:14-17)

E dice che anche Israele sarà  salvato quale popolo di Dio per il patto che li lega:

Infatti, fratelli, non voglio che ignoriate questo mistero, affinché non siate presuntuosi: un indurimento si è prodotto in una parte d’Israele, finché non sia entrata la totalità  degli stranieri; e tutto Israele sarà  salvato,così come è scritto: «Il liberatore verrà  da Sion.

Egli allontanerà  da Giacobbe l’empietà ; e questo sarà  il mio patto con loro, quando toglierò via i loro peccati». Per quanto concerne il vangelo, essi sono nemici per causa vostra; ma per quanto concerne l’elezione, sono amati a causa dei loro padri; perché i carismi e la vocazione di Dio sono irrevocabili. Come in passato voi siete stati disubbidienti a Dio [noi eravamo pagani], e ora avete ottenuto misericordia per la loro disubbidienza, così anch’essi sono stati ora disubbidienti, affinché, per la misericordia a voi usata, ottengano anch’essi misericordia.
Dio infatti ha rinchiuso tutti nella disubbidienza per far misericordia a tutti. (Romani 11:25-32)

In conclusione, Israele è stato indurito da Dio a causa della sua arroganza, e per far estendere la salvezza anche ai non Israeliti per mezzo di Gesù Cristo. Se Cristo non fosse stato ucciso noi non avremmo potuto ottenere salvezza. Ve ne rendete conto? La causa della morte di Cristo non è degli Ebrei, perchè così stava scritto che doveva accadere, così Dio aveva stabilito sin dall’inizio nel suo piano. La colpa è soltanto nostra, la colpa è di noi esseri umani peccatori. Non dobbiamo dar colpa ad un popolo per la colpa di tutta l’umanità !!!

Israele sarà  salvato, così come dice Dio, perchè è il suo popolo. Chi siamo noi per parlar male contro gli Ebrei o non accettare il loro canone?

Cari cattolici, ricordate che loro sono il popolo di Dio, il popolo eletto e Dio non revoca le sue promesse. Ricordate che il vostro atteggiamento è razzista, e per di più, è razzista contro Dio. O forse non ve ne rendete conto? Vi rendete conto che questo atteggiamento ha generato guerre e stermini, come quello (tanto per dirne uno) della Seconda Guerra Mondiale, avallato dalla vostra cara Santa Chiesa Cattolica Romana??? Ed era tutto scritto nella Bibbia, purtroppo anche questo doveva accadere al Popolo di Dio, perchè le profezie bibliche si avverano sempre.

Ciò che dovreste fare, invece di parlar male degli Ebrei e del loro canone biblico, difendendo i deuterocanonici aggiunti soltanto nel 1500 a seguito della Riforma Protestante, e per di più nemmeno accettati dai Padri della Chiesa come libri ispirati, è, prima di tutto studiare bene la Bibbia, e poi farvi un esame di coscienza all’interno della vostra cara chiesa e chiedervi se davvero è quella la chiesa che Cristo ha fondato e ha voluto!

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più