Conseguenze dei Messaggi Mariani

A tutti coloro che reciteranno il mio Rosario prometto la mia specialissima protezione. Il Rosario sarà  un’arma potentissima contro l’inferno, distruggerà  i vizi, dissiperà  il peccato e abbatterà  le eresie. Chi si raccomanderà  col Rosario non perirà .

Chiunque reciterà  devotamente il Rosario, con la meditazione dei Misteri, si convertirà  se peccatore, crescerà  in grazia se giusto, e sarà  fatto degno della vita eterna. Io libero ogni giorno dal Purgatorio le Anime devote del mio Rosario. I veri figlioli del mio Rosario godranno di una grande gioia in Cielo. Ciò che chiederai con il Rosario, l’otterrai. Coloro che pregano il mio Rosario, saranno da me soccorsi in ogni loro necessità . La devozione del Santo Rosario è un grande segno di predestinazione.

(Messaggio della Madonna del Rosario, 1400)

Come i messaggi delle presunte apparizioni hanno influenzato le pratiche cattoliche? Cosa è cambiato da prima delle apparizioni?

Due sono le principali pratiche entrate a far parte delle usanze cattoliche a seguito dei “messaggi celesti”: la preghiera del rosario e l’uso degli scapolari.

Il Rosario

madonna-rosarioLa recita del rosario cosiddetto Dominicano è una delle forme più popolari e conosciute di preghiera nella chiesa cattolica. La preghiera del Rosario è considerata una pratica pia che mira a unire canto e preghiera contemplativa. Il rosario è composto da una sfilza di preghiere a memoria suddivise in 15 decadi di “Ave Maria”, ciascuna preceduta da un “Padre Nostro”, e seguita da un “Gloria al Padre”. Le preghiere sono accompagnate da meditazioni su alcuni aspetti della vita di Gesù e di Maria, denominati “misteri”. Il fedele recita le preghiere a memoria, ma si sofferma sui misteri assegnati al decennio che sta recitando. I misteri sono di tre tipi (gaudiosi, dolorosi, gloriosi), con cinque meditazioni in ogni divisione.

L’adoratore tiene traccia di queste molte preghiere per mezzo di un filo di perle (chiamato appunto rosario), a cui è allegato un crocifisso. La preghiera del rosario è incentrata chiaramente sull’ Ave Maria, che viene ripetura 150 volte alla fine delle 15 decadi (di solito “pregare il rosario” significa pregare solo cinque dei quindici anni). L’Ave Maria si recita in due parti:

Ave Maria, piena di grazia, il Signore è con te. Tu sei benedetta fra le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

L’origine del Rosario e la sua connessione con San Domenico, è stata vigorosamente dibattuta. La “Pia tradizione” insegna che la Vergine Maria apparve a Domenico in una apparizione e gli diede il rosario. Lei lo incaricò di proclamare i molteplici vantaggi che avrebbe arrecato a chi l’avesse avuto e recitato, e gli promise molte benedizioni personali, se lo avesse fatto. Questa tradizione parte dal XV secolo e guadagnò l’approvazione a causa del suo inserimento in molte bolle papali e encicliche, che promettevano indulgenze varie per coloro che fedelmente l’avessero recitato.

Il collegamento dell’origine del rosario con l’apparizione a San Domenico è stata contestata dai moderni studiosi cattolici. La New Catholic Encyclopedia afferma:

Coloro che hanno favorito la tradizione non sono riusciti tuttavia a radunare prove convincenti per sostenerla […] la spiegazione più soddisfacente dell’origine del Rosario è che si sviluppò gradualmente come devozione mariana alla quale si fuse”. Tuttavia, molti cattolici credono ancora questa pia tradizione.

Mentre l’origine del rosario non può essere collegato ad una convincente apparizione di Maria, il comando di recitare il Rosario è un motivo centrale in quasi tutte le apparizioni mariane approvate dalla Chiesa Cattolica. Come abbiamo visto, a seguito dei primi messaggi mariani del 1400 le apparizioni continuarono a comandare la preghiera del rosario (particolarmente quella di Lourdes e di Fatima). Le apparizioni dissero che pregare il rosario era un modo per scongiurare la catastrofe apocalittica, incutendo così timore nei fedeli. Anche il messaggio di Medjugorje segue questo schema. Durante una delle apparizioni a Medjugorje, la Madonna ha chiesto che il rosario sia completo di 15 decadi e che bisogna recitarlo ogni giorno. Secondo Miravalle, il Rosario è la forma fondamentale della preghiera devozionale richiesta a Medjugorje.

Le Apparizioni di Maria hanno così fatto molto per aumentare la popolarità  del rosario tra i cattolici.

Approfondimento: Recitare il Rosario: è biblico?

Gli Scapolari

SanSimoneStockPrendi questo Scapolare. Chiunque muoia indossandolo non patirà  il fuoco dell’inferno. Esso sarà  simbolo di salvezza, protezione dai pericoli e promessa di pace. Questo è il privilegio per te e per i tuoi: chiunque morirà  rivestendolo, sarà  salvo.

(Messaggio dell’Apparizione di Cambridge del 16 Luglio 1251 a San Simone Stock, Priore Generale dell’Ordine dei Carmelitani. L’apparizione prende il nome di “Nostra Signora del Carmine”)

Un altro oggetto di devozione cattolica che viene attribuito ad un’apparizione mariana è lo scapolare. Gli Scapolari sono portati devotamente da milioni di cattolici di tutto il mondo.

Le scapolari prima erano indossati dai monaci fin dal XI secolo (abito religioso) per proteggere le loro abitudini durante i lavori manuali. Inizialmente, esso consisteva in un panno di grandi dimensioni, indossato sopra la spalla (scapolare in latino significa “spalla”). Oggi, tuttavia, sono costituiti da due piccoli quadrati di stoffa doppia, appesi alle spalle da due stringhe o corde. Nel corso de tempo è stato assegnato un significato simbolico ai capi vari capi ecclesiastici con colori e forme diverse. Essi sono stati considerati una sorta di croce indossata sulle spalle – un segno della protezione divina. Vi sono ora circa venti diversi scapolari collegati ai vari ordini religiosi.

Il più antico e più noto degli scapolari mariani è lo scapolare marrone dedicata a Nostra Signora del Monte Carmelo. La sua origine è presumibilmente collegata ad una apparizione mariana.

Il New Catholic Encyclopedia spiega:

Secondo la leggenda carmelitana, la Madonna apparve a San Simone Stock a Cambridge nel 1251 e, mostrandogli uno scapolare marrone, dichiarò che chi lo avesse portato fino alla morte si sarebbe salvato dall’ inferno, e il primo Sabato dopo la sua morte sarebbe stato preso in cielo.

Storicamente, non è chiaro se questa apparizione o lo scapolare associato era noti ai frati carmelitani nella metà  del XIII secolo. Alcuni credono che si trattava di una pia invenzione di un momento successivo. Tuttavia, la promessa di liberazione dall’inferno fu fonte di controversie. Mentre i teologi insistono sul fatto che lo scapolare non deve essere considerato come garantire la salvezza in sé e per sé (La disposizione interiore dell’anima deve essere considerata primaria), molti cattolici comunque attribuiscono allo scapolare un’azione magica.

Ancora una volta, come per il rosario o i vari riti, per molti cattolici, una pratica istituita da un’apparizione rende garanzia per il cielo!

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più