E’ giusto parlare di luoghi sacri o consacrati?

…  (ostie consacrate, acque benedette, case benedette) o invece è l’assemblea di cristiani a rendere sacro il luogo in cui si tiene?

In realtà un luogo non è più sacro di un altro luogo, ciò che lo rende sacro è la comunità dei santi, cioè dei credenti che si riuniscono per lodare il Signore.

Gesù disse: “Poiché dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro». (Matteo 18:20)

Le comunità cristiane primitive si riunivano nelle case. Per cui non è nemmeno necessario andare nelle cosiddette chiese, per rispettare il comandamento del “santificare le feste” non per forza bisogna recarsi in chiesa, ma basta dedicare un giorno della settimana, che possa essere sabato o domenica o lunedì o martedì, ecc. in base alle esigenze lavorative delle persone (perchè la Bibbia dice che un giorno non è più santo di un altro) alla preghiera, alla lettura biblica, alla meditazione, anche solo insieme ad un’altra persona, che possa essere il partner o un amico. Diffido da qualunque interpretazione fondamentalista della Bibbia che voglia attribuire importanza ad un giorno rispetto ad un altro e diffido da quelle chiese e pastori che dicono che “bisogna andare nelle sale di preghiera o nelle chiese” per potersi sentire a posto con Dio. Non è forse Gesù dappertutto lo si invochi? Detto questo lascio la libera scelta alle persone: se qualcuno si sente di voler andare in una chiesa, benissimo, ma se qualcuno si sente di voler “fare chiesa” nelle case, altrettanto bene. E’ uguale.

Per quanto riguarda le ostie consacrate, case benedette, acque benedette, tutti riti insignificanti senza valore. Nessun essere umano può benedire qualcosa, è Dio che benedice e non c’è bisogno di un prete per benedire, basta chiedere direttamente a Dio di proteggere la nostra casa.

l43-santino-nell-acquasantiera-150526134707_big[1]

Potrebbe piacerti anche
Non ci sono commenti
  1. Roberto Skizz dice

    sono d’accordo con tutto questo, però ho un dubbio, nei dieci comandamenti ci dice di consacrare al nostro Dio il giorno del sabato, cioè il settimo giorno ( anke se non l’ho mai capito perchè se conti, il settimo giorno è la domenica xD) e dovrebbe essere un giorno di riposo e dedicato al nostro Dio…

    1. ChristianFaith dice

      Sì, ma io non ho capito cosa non ti è chiaro 🙂

Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più