Il Codice Alessandrino

Il codice Alessandrino o Codice A contiene AT e NT con lacune. Nel NT è andato quasi completamente perduto il vangelo di Matteo. Il manoscritto è di qualità varia, a seconda dei libri, che furono copiati da diversi manoscritti. E’ scadente nei Vangeli, di alta qualità nel resto del Nuovo Testamento e, più che mai nell’Apocalisse.

Gli studiosi datano il Codice A alla metà o all’inizio del V sec. d.C. Il Codice Alessandrino è così chiamato poiché ne è documentata l’esistenza nella Biblioteca del Patriarca di Alessandria fin dall’XI sec. Fu poi donato al re d’Inghilterra Giacomo I, per intercessione del Patriarca Cirillo Lukaris di Costantinopoli. Giacomo I morì prima di poterlo ricevere ed il volume arrivò in Inghilterra nel 1627 nelle mani del figlio di Giacomo I, Carlo I. E’ conservato al British Museum.

Il Codice Alessandrino è attualmente formato da 773 fogli di pergamena di cm. 32×26 (originalmente i fogli debbono essere stati 822). La scrittura usata è l’unciale in “scriptio continua”. Contiene i testi canonici dell’AT (622 fogli) a cui mancano Genesi 14, 14-17; 15, 1-5, 16-19; 16, 6-9; 1Re 12, 20- 14, 9; Salmi 5, 20- 80, 11. Sono presenti anche tutti i libri greci dell’Antico Testamento. Sono presenti anche i testi apocrifi dei Maccabei.

Il NT (144 fogli) contiene i testi canonici meno Matteo 1, 1- 25, 6 (mancano 25 fogli); Giovanni 6, 50- 8, 52 (due fogli); 2Corinzi 4, 13- 12, 6 (3 fogli). Il NT contiene anche le due epistole di Clemente Romano (manca un foglio della 1Clemente, e 2 fogli finali della 2Clemente), uno dei Padri Apostolici. Una lista aggiunta al codice mostra che anche il Libro dei Salmi di Salomone era incluso nel codice, ma lo spazio che separa questo libro dagli altri del NT, lascia intendere che forse esso non era considerato canonico.

L’ordine dei testi del NT è il seguente: Vangeli, Atti, Epistole, Epistole Paoline (con la lettera agli Ebrei posta prima delle lettere Pastorali), Apocalisse.

Originariamente il codice era in un solo volume, attualmente è rilegato in quattro volumi le cui copertine recano impresse le insegne di Carlo I. Tre volumi contengono l’AT ed uno il NT. Il testo è scritto su due colonne per pagina di circa 49-51 righe per colonna. Ciascun nuovo paragrafo è indicato da una grossa lettera iniziale e frequentemente da uno spazio. Non sempre la lettera evidenziata coincide con l’inizio di un paragrafo o di una parola.

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più