L’Abiogenesi

Con il termine Abiogenesi (dal greco a-bio-genesis, “origini non biologiche”) si intende, nel suo senso più generale, la generazione spontanea della vita dalla materia inerte. Oggi il termine è usato principalmente per riferirsi alle teorie sull’origine della vita da elementi chimici, o dal brodo primordiale, probabilmente attraverso alcuni stadi intermedi, come le molecole che si autoreplicano.

Alcuni esperimenti di laboratorio hanno dimostrato che in un’atmosfera ricca di metano, idrogeno, ammoniaca e vapor acqueo, simile per composizione a quella terrestre all’atto dell’origine della vita, si siano potuti generare composti tipici degli organismi viventi, grazie all’azione congiunta dell’energia solare, della radioattività naturale, dei raggi cosmici e delle scariche elettriche dei fulmini, a spese di molecole organiche inerti presenti nell’ambiente oceanico.

Oggi, come nel passato, vi sono molte persone che credono nell’abiogenesi. Come fa notare Franco De Angelis (L’origine della vita per abiogenesi), la comunità scientifica è molto divisa su questo tema, in quanto, fino a qualche secolo la maggior parte degli scienziati ritenevano possibile ai loro tempi l’abiogenesi, ma venivano confutati dagli esperimenti di Lazzaro Spallanzani e Pasteur, mentre oggi, si ritiene che l’abiogenesi sia stata possibile migliaia di anni fa o tra migliaia di anni, ma non oggi.

Esperimenti di Redi, Spallanzani, Pasteur

Oltre duemila anni fa Aristotele postulava un “principio attivo” in grado di far nascere un nuovo essere vivente da materiali in putrefazione: tale teoria detta abiogenetica resistette incontrastata sino alla metà del 17°secolo.

Francesco Redi, non riuscendo ad accettare l’idea che le mosche nascessero dalla carne in decomposizione eseguì il seguente esperimento: prese tre pezzi di carne provenienti dallo stesso taglio e li mise in altrettanti recipienti che tenne poi per lo stesso tempo nelle medesime condizioni. Uno dei recipienti era chiuso da un coperchio, il secondo era aperto ed il terzo chiuso da una garza. Dopo alcuni giorni la carne contenuta nel recipiente aperto pullulava di larve di mosca, che erano assenti nel recipiente chiuso dal coperchio e che pullulavano sulla garza del terzo. Era evidente che le mosche richiamate dall’odore deponevano le uova nella carne se il recipiente era aperto, l’odore le stimolava comunque a deporre le uova sulla garza che impediva di raggiungere la carne.

Quando fu inventato il microscopio e si videro per la prima volta i microrganismi, venne dato nuovo impulso all’abiogenesi. Non si pensava che esseri così minuscoli potessero avere una riproduzione come gli altri esseri viventi.

Lazzaro Spallanzani, mettendo succhi vegetali in recipienti chiusi e bollendone il contenuto per distruggere i microrganismi in essi presenti dimostrò il contrario: dopo alcuni giorni l’esame dei recipienti non rilevò tracce di vita. I suoi detrattori lo accusarono di aver distrutto, con la bollitura, li “principio attivo” infuso nelle sostanze.

Fu Louis Pasteur che con i suoi esperimenti diede il colpo di grazia all’abiogenesi.

Egli mise in un pallone di vetro un brodo come quello usato da Spallanzani, quindi modellò il collo del pallone in modo da imprimergli delle curvature. Portò il brodo ad ebollizione. L’aria poteva entrare ma, il pulviscolo ed i germi non riuscivano a superare le anse del collo, così per mesi il liquido restò incontaminato; tuttavia rompendo il collo del pallone, in pochi giorni, ricominciarono a formarsi nel brodo muffe e batteri

Due sono gli aspetti importanti dell’esperimento:

1. il liquido nutritizio, una volta liberato con la bollitura, dai microbi in esso contenuti (sterilizzazione), restava incontaminato se si evitava il contatto con microrganismi esterni.

2. sebbene il liquido fosse bollito, Pasteur poteva dimostrare che era ancora in grado di sostenere la vita.

 

Potrebbe piacerti anche
Non ci sono commenti
  1. Alessandro dice

    questo articolo è un’idiozia. ovviamente l’abiogenesi è una teoria tutt’oggi papabile (se non quasi acclarata) come spiegazione dell’origine della vita sulla terra, ed è stata riprodotta in laboratorio. fare qualche ricerca prima di sparare queste cagate.

  2. ChristianFaith dice

    Mostri di avere grande ignoranza e, aimè, anche maleducazione!
    Le ricerche sono state fatte in maniera approfondita. Rileggiti bene l’articolo e fai tu delle ricerche provandomi poi, che quello che è scritto in questo articolo è un’idiozia.
    L’abiogenesi è una teoria e, a quanto pare, sembra smentita come teoria (quindi non va avanti ma retrocede), dai vari esperimenti mal riusciti, lo affermano gli scienziati. Scusa tu dove studi? Dove fai ricerche? Su un altro mondo? No, perchè sai, se sei a conoscenza dell’origine della vita e hai delle prove di esperimenti poi approvati dalla comunità scientifica internazionale, e in seguito sono state formulte delle LEGGI, allora portane a conoscenza tutta l’umanità, è un peccato tenersi tutto per sè, non credi?

Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più