Risposte alle domande cattoliche: prima parte

catholic_vs_protestant_[1]Già da un po’ di tempo ricevo email da parte di persone che mi citano un articolo che si trova sul sito www.cristianicattolici.net. L’articolo in questione si intitola “Il protestantesimo, ragioni e torti”. Non avrei creduto che le domande contenute nell’articolo necessitassero di una risposta, perché alquanto banali e mostrano ignoranza da parte dell’autore, sia per quanto riguarda la conoscenza del mondo protestante (che confonde sempre con i pentecostali), sia per quanto riguarda la conoscenza biblica e la storia della chiesa. Ma mi trovo costretta, mio malgrado, a prendere questo articolo e a rispondere alle domande contenute indirizzate ironicamente ai protestanti.

Di seguito le domande che vengono poste dall’autore cattolico ai protestanti con le relative risposte sotto.

 

1) E‘ possibile che ci fu un tempo in cui la Chiesa di Gesù Cristo sia morta per poi rinascere con Valdo o Lutero?

E questo chi l’ha detto? La Bibbia dice:

Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. (Giovanni 3:16)

Chiunque nega il Figlio, non ha neppure il Padre; chi riconosce pubblicamente il Figlio, ha anche il Padre. (1Giovanni 2:23).

Il cristiano è chi riconosce Gesù Cristo come salvatore, lo accetta per dono di fede e cerca di condurre una vita secondo i suoi insegnamenti. Di queste persone ce ne sono sempre state nel corso della storia, non tutti hanno seguito il culto mariano. Allora che dire delle persone dell’Antico Testamento che non conoscevano ancora la grazia di Cristo? Sono tutte morte spiritualmente? Non di certo. Sono state salvate anch’esse per fede in Dio, non certo per opere, in quanto per opere è impossibile salvarsi: basta un solo peccato commesso e agli occhi di Dio siamo finiti. La chiesa, nella Bibbia, non è identificata come un edificio religioso ma è l’assemblea di credenti, che si riuniscono nel nome di Cristo (Gr. ekklesia significa assemblea).

Gesù ha detto “Poiché dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro” (Matteo 18:20).

La chiesa è un’assemblea di cristiani riuniti nel nome di Gesù e la chiesa la si può fare anche in casa. Le religioni, le denominazioni, le confessioni, sono invenzioni umane, non di certo vengono da Dio. A Dio non interessa  l’appellativo “cattolico” o “protestante”, a Lui interessa solo chi fa la sua volontà, e la sua volontà è espressa nella Sacra Scrittura, la Parola di Dio. Per questo la chiesa di Cristo non è mai morta, ma è sempre esistita, i cristiani si sono sempre riuniti nel nome di Cristo anche molto prima della riforma protestante, anche se molte volte l’hanno dovuto fare di nascosto per paura di essere ammazzati, proprio così come accadeva ai primi cristiani perseguitati. Gesù, guardando al futuro, lo aveva predetto, aveva profetizzato proprio quello che accadde ai suoi santi che predicavano la Sua Parola, durante la Riforma Protestante:

Guardatevi dagli uomini; perché vi metteranno in mano ai tribunali e vi flagelleranno nelle loro sinagoghe; e sarete condotti davanti a governatori e re per causa mia, per servire di testimonianza davanti a loro e ai pagani. Ma quando vi metteranno nelle loro mani, non preoccupatevi di come parlerete o di quello che dovrete dire; perché in quel momento stesso vi sarà dato ciò che dovrete dire. Poiché non siete voi che parlate, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla in voi. (Matteo 10:17-20)

I pagani sono coloro che venerano altri, hanno altri dei, si rivolgono ad altri in preghiera e costruiscono loro immagini e statue. Quello che fece l’Inquisizione Cattolica durante la riforma, è proprio quel che disse Gesù ai suoi discepoli.

Quando si parla della falsa chiesa in Apocalisse si dice:

E vidi che quella donna era ubriaca del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù. Quando la vidi, mi meravigliai di grande meraviglia. (Apocalisse 17:6)

La donna è identificata con la falsa chiesa. La donna è la metafora per la chiesa, così come la chiesa di Cristo  è chiamata la sposa. La falsa chiesa idolatra che verrà distrutta per ira di Dio durante il giudizio, ha ammazzato i suoi Santi, cioè i credenti di Cristo, i suoi martiri e li ha perseguitati diffondendo false dottrine. Questa è una profezia che trova conferma in quel che accadde durante la riforma. Poi c’è anche da considerare che Giovanni si meravigliò a vederla, perché? Era forse conosciuta? Una chiesa che non si sarebbe aspettato che fosse falsa?

Ma l’’uomo guarda all’apparenza, e questo è anche tipico dei cattolici che vogliono farsi vedere andando in chiesa, confessandosi in pubblico, far vedere agli altri che bravi cristiani sono, e credono di ricevere la grazia mediante un rito, un sacramento. Questa è solo apparenza.

Infatti il SIGNORE non bada a ciò che colpisce lo sguardo dell’uomo: l’uomo guarda all’apparenza, ma il SIGNORE guarda al cuore. (1Samuele 16:7)

Solo Dio conosce il nostro cuore, e “sa chi sono i suoi”. Noi non possiamo additare gli altri e giudicarli o affermare che non sono la Chiesa di Cristo e non saranno salvati. Noi possiamo solo mettere in paragone ciò che ci dice la Parola di Dio con le altre dottrine umane, noi possiamo solo dire se un comportamento è giusto o no alla luce della Scrittura, ma MAI giudicare per la salvezza gli altri. Il giudizio spetta solo a Dio:

Non giudicate, affinché non siate giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi. (Matteo 7:1-2)

Purtroppo la Chiesa Cattolica, è famosa per i suoi giudizi sui fedeli!

Quando il Signore tornerà, non prenderà con sé i cristiani in base alla loro appartenenza ad una denominazione o un’altra, ma li prenderà da una parte all’altra:

E manderà i suoi angeli con gran suono di tromba per riunire i suoi eletti dai quattro venti, da un capo all’altro dei cieli. (Matteo 24:31)

 

2) Se ciò non è possibile, giacché Cristo ha promesso di assistere sempre la Sua Chiesa, e che le porte degli inferi non prevarranno mai su di Essa, quale fu e, qual è, la vera Chiesa di Cristo?

La risposta a questa domanda è già contenuta nella risposta 1.

 

3) Poiché secondo voi protestanti la vera Chiesa di Cristo non fu e non è la Chiesa cattolica romana, potete indicarmi i nomi dei veri cristiani che hanno fatto parte della Chiesa terrena di Cristo?

Anche al risposta a questa assurda domanda è contenuta della risposta 1. Noi cristiani non siamo tenuti a giudicare gli altri cristiani e ad affermare chi sono o no i salvati. Questo compito spetta solo a Dio perché è molto pericoloso giudicare mettendosi al posto di Dio. Noi pensiamo a diffondere soltanto il Vangelo puro e intatto senza inquinamenti dalle dottrine umane e le aggiunte. Gesù Cristo farà tutto il resto.

4) E‘ possibile che Cristo abbia fondato una Chiesa astratta, universale, ma non identificabile con nessuna denominazione esistente sulla terra, lasciando in balia di discussioni, liti, incomprensioni e scissioni i suoi discepoli, senza provvedere a dare loro un organo bene identificabile, che sovraintendesse sulla disciplina dottrinale dei fedeli cristiani?

Certo, l’ha fatto! Ci ha anche dato la capacità di discernere il bene dal male, in base alla sua Parola, unico nostro filtro.

esaminate ogni cosa e ritenete il bene (1Tessalonicesi 5:21)

Santificali nella verità: la tua parola è verità. (Giovanni 17:17)

E la nostra guida è la Scrittura:

Tu, invece, persevera nelle cose che hai imparate e di cui hai acquistato la certezza, sapendo da chi le hai imparate, e che fin da bambino hai avuto conoscenza delle sacre Scritture, le quali possono darti la sapienza che conduce alla salvezza mediante la fede in Cristo Gesù. (2Timoteo 3:14-15)

Affidarsi alle dottrine umane, alle istituzioni è molto pericoloso perché, come infatti  è accaduto nel cattolicesimo e continua ad accadere anche in tante moderne pseudo chiese con a capo un leader carismatico, si devia dalla Parola:

Chi va oltre e non rimane nella dottrina di Cristo, non ha Dio. Chi rimane nella dottrina, ha il Padre e il Figlio. (2Giovanni 9)

E noi non vogliamo allontanarci dalle parole di Gesù, solo in questo modo non rischiamo di perdere Dio. Apportare invece, della aggiunte ad un testamento è sbagliato, è toccare e annullare la Parola di Dio. Il Vangelo avverte:

Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunziasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunziato, sia anatema. (Galati 1:8)

L’apostolo Paolo, parlando di testamento (che sia quello vecchio o quello nuovo stabilito dalla Grazia di Cristo) afferma:

Fratelli, io parlo secondo le usanze degli uomini: quando un testamento è stato validamente concluso, pur essendo soltanto un atto umano, nessuno lo annulla o vi aggiunge qualcosa. Le promesse furono fatte ad Abraamo e alla sua progenie. Non dice: «E alle progenie», come se si trattasse di molte; ma, come parlando di una sola, dice: «E alla tua progenie», che è Cristo. Ecco quello che voglio dire: un testamento che Dio ha stabilito anteriormente, non può essere annullato, in modo da render vana la promessa, dalla legge sopraggiunta quattrocentotrent’anni più tardi. Perché se l’eredità viene dalla legge, essa non viene più dalla promessa; Dio, invece, concesse questa grazia ad Abraamo, mediante la promessa. (Galati 3:15-18)

Quando Dio afferma qualcosa, quel qualcosa è eterno. Se nella Bibbia afferma delle verità, non possono poi venire degli uomini a stravolgere, censurare, annullare la Parola di Dio, apportando vari segreti o nuove profezie. Attenzione!

 

5) E‘ possibile che lo Spirito Santo, sia tirato per la ―giacca‖ da questo o da quell‘altro gruppo cristiano, usato e nominato a garanzia di questa e quell‘altra dottrina, che spesso si contrastano l‘un l‘altra?

Quali dottrine si contrastano l’un l’altra? Solo chi si affida a istituzioni umane che dicono di seguire la Bibbia, ma il realtà seguono dottrine umane, è in contrasto con il cristianesimo. Vedi i cattolici che seguono il Vaticano come guida, e il Testimoni di Geova che seguono la Torre di Guardia. Entrambi ritengono infallibili le dottrine proclamate dai loro capi spirituali e difficilmente le mettono in dubbio. Eppure sono entrambe false alla luce della Scrittura.

 

6) Come mai lo Spirito Santo è UNO, eppure a ben guardare le realtà dottrinali dei cristiani protestanti, sembrerebbe più uno spirito di confusione che di unità?

Nessuno spirito di confusione. Le chiese protestanti, erroneamente, vengono definite diverse tra loro, ma non lo sono in realtà, in quanto si rifanno tutte alla Scrittura. Tutte le chiese evangeliche/protestanti sono concordi sulle dottrine fondamentali di Cristo: salvezza per sola fede e non per opere, riconoscimento solo di battesimo e santa cena, rifiuto di gerarchie ecclesiastiche, rifiuto di pregare altri all’infuori di Dio, rifiuto del culto mariano, rifiuto delle apparizioni, libero esame delle Scritture (eppure tutte diciamo la stessa cosa), riconoscimento della Santa Trinità, l’opera dello Spirito Santo Consolatore, Gesù come unico mediatore, i miracoli ancora esistenti come opera di Dio per intercessione dell’unico mediatore, e non continuo. Le differenze che esistono all’interno delle chiese protestanti sono su fattori marginali e di poca importanza, non di certo quelle dottrine fondamentali di Cristo e su quel che ha affermato. Quindi si troveranno i battisti che battezzano solo gli adulti, i luterani e riformati che battezzano anche i bambini, le assemblee dei fratelli che obbligano le donne a mettere un velo in testa durante il culto, i valdesi impegnati per di più in opere di bene e sociali, ecc. Quindi non direi che le chiese protestanti sono chiese di confusione, sono tutte chiese cristiane dove si predica la Parola di Dio. In questo bisogna ammettere, che c’è molta ignoranza da parte cattolica che pensa chissà cosa sulle varie denominazioni. In realtà le varie denominazioni protestanti possono benissimo riunirsi tra di loro e adorare Dio tutte insieme, cosa che non avverrà mai con i cattolici che pregano davanti alle statue con l’incenso e recitano l’Ave Maria correndo appresso alla statua in processione. I veri cristiani non sono divisi ma uniti tra loro, anche se in maniera invisibile come Dio solo sa! E per veri cristiani di Cristo si intendono i seguaci di Cristo, non di Maria la Madonna o di Padre Pio. A buon intenditor…

Inoltre i cattolici, credendo di essere uniti, ignorano che esistono nel mondo centinaia di denominazioni cattoliche (latini, ortodossi, bizantini, armeni, copti, siriaci, ecc. ecc. leggere la Wikipedia inglese molto più obiettiva di quella italiana clicca qui), tanto differenti tra loro quanto le chiese protestanti tra loro, e tutte riconosciute dalla Santa Sede. Come mai tutte queste denominazioni nella chiesa che Cristo avrebbe fondato? Per non parlare dei carismatici cattolici, un miscuglio tra pentecostali e cattolici! O forse dovremmo usare l’appellativo papista o cattolico per rendere la differenza? La risposta è semplice: l’essere umano è fallibile ed è facile che possa sbagliare, per questo abbiamo bisogno della Scrittura con l’aiuto dello Spirito Santo. Ed è solo Dio che ci guiderà sulla retta via secondo il suo disegno. Non esistono capi infallibili al mondo.

 

7) Come mai i protestanti che si vantano di capire la Bibbia da soli, con l‘aiuto dello Spirito Santo, poi usano i commentari, e seguono volentieri corsi biblici?

Solitamente le Bibbie protestanti non hanno note a piè di pagina e non hanno commentari, ma questi esistono se qualcuno li vuole, ma sempre basati sulla Parola di Dio. Capita che ci sia gente che fa fatica a leggere da sola la Bibbia e allora gli viene spiegata e viene predicata ma sempre stando alle dottrine bibliche, e su quelle non si scappa perché la Bibbia parla chiaro e persino un ragazzino di 10 anni la può capire. Non c’è nulla da nascondere, nulla da interpretare nel messaggio di salvezza di Cristo. La Bibbia ci è stata data da Dio e non è di difficile interpretazione. Basta leggerla per capire. Chi legge la Bibbia e la considera unica autorità, rifiuterà le dottrine umane non conformi alla Parola. Una persona che inizia anche con i commentari a studiare la Bibbia, presto o tardi arriverà a leggerla da sola e ad interpretarla. Avrà la capacità di discernere il bene dal male. Tutto quel che accade è sotto la volontà di Dio, che farà avvicinare gli eletti alla Verità secondo il suo disegno prestabilito fin dalla Creazione. Noi possiamo predicare la Bibbia ma solo Dio sa “chi sono i suoi”. Noi non sappiamo chi sono gli eletti, è certo che sono i cristiani.

Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo disegno. Perché quelli che ha preconosciuti, li ha pure predestinati a essere conformi all’immagine del Figlio suo, affinché egli sia il primogenito tra molti fratelli; e quelli che ha predestinati li ha pure chiamati; e quelli che ha chiamati li ha pure giustificati; e quelli che ha giustificati li ha pure glorificati. (Romani 8:28-3)

Ma noi dobbiamo sempre ringraziare Dio per voi, fratelli amati dal Signore, perché Dio fin dal principio vi ha eletti a salvezza mediante la santificazione nello Spirito e la fede nella verità. (2Tessalonicesi 2:13)

E qui non si discute, è Dio che sceglie i salvati:

Tutti quelli che il Padre mi dà verranno a me; e colui che viene a me, non lo caccerò fuori; (Giovanni 6:37)

Nessuno può venire a me se non lo attira il Padre, che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. (Giovanni 6:44)

Poiché egli dice a Mosè: «Io avrò misericordia di chi avrò misericordia e avrò compassione di chi avrò compassione». (Romani 9:15)

Così dunque egli fa misericordia a chi vuole e indurisce chi vuole. (Romani 9:18)

Prova dell’elezione e della conseguente salvezza, non è l’appartenenza ad una chiesa o ad un’altra, ma la conversione tramite lo Spirito Santo, la nuova nascita (Giovanni 3:5-8), e questo lo sa solo chi l’ha sperimentato, nessuno può leggere il cuore delle persone. Solo Dio onnipotente, onnisciente e onnipresente lo fa.

La salvezza dunque non dipende dall’appartenenza ad una chiesa (questo concetto non è cristiano ma è una invenzione umana), ma viene dalla volontà di Dio che fa la Grazia donando la fede a chi vuole, senza meriti ma solo per la sua volontà. Infatti sappiamo questo perché:

Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti (Efesini 2:8-9)

 

8) Perché tutte le volte che un protestante non sa rispondere a qualche mia domanda, corre ad informarsi dal pastore? Non sarebbe più coerente chiedere solo allo Spirito Santo?

E chi l’ha detto questo? Un cristiano che conosce Dio, perché conosce la Sua Parola (Dio lo si può conoscere soltanto conoscendo la Sua Parola, solo allora si potrà essere ispirati allo Spirito, non di certo inventandosi dottrine), rifiuterà le interpretazioni umane, e andrà direttamente alla fonte divina per rispondere ai vari quesiti che gli vengono posti. Così dice la Scrittura. E non mi sembra che ci siano domande non risposte da parte di noi protestanti.

 

9) Come si spiega, partendo dal concetto protestante che la Bibbia non s‘interpreta, l‘attribuzione di spiegazioni diverse agli stessi versetti?

Come detto nella risposta 6, non esistono interpretazioni diverse sulle dottrine bibliche fondamentali. Alcune differenze potrebbero nascere su concetti marginali di poca importanza, che non vanno ad intaccare la salvezza del cristiano che ha accettato Cristo per fede. Normalmente possono esserci incomprensioni tra cristiani, ma ciò che ci rende uniti è Gesù Cristo, solo Cristo, la salvezza attraverso Cristo e per fede. Questo è il messaggio centrale del Vangelo presente ovunque nel Nuovo testamento, non ci capisce come mai i cattolici non vogliono vederlo.

 

10) Nel disperato tentativo di dimostrare la vera cristianità, e considerando il concetto biblico ―dai frutti si riconosceranno gli alberi…‖ siamo proprio sicuri che i frutti dei pentecostali e/o protestanti, siano migliori di quelli dei cattolici romani?

Ovviamente sì. Solo i protestanti riconoscono Gesù Cristo come unico Salvatore, solo i protestanti non hanno censurato i comandamenti di Dio, solo i protestanti sono vicini alla Verità della Bibbia. I frutti sono questi e ciò che preme a Gesù è proprio che il suo Vangelo sia predicato in tutto il mondo e nella sua interezza senza falsificazioni. Ciò che preme a Gesù è la salvezza per la vita eterna. E la fede non ha nulla a che fare con le opere, perché gli induisti, gli atei, i buddhisti, possono fare molte più opere di noi cristiani, possono essere più pacifisti e ospitali a volte, ma se andiamo a vedere chi verrà salvato, non sono di certo loro. Le opere non sono prova di salvezza! L’essere umano è peccatore, non può salvarsi da solo con le sue forze, le sue opere, le sue scelte, ed è per questo che Dio ha mandato il Figlio Gesù Cristo a morire per noi peccatori. Grazie a Cristo e all’opera dello Spirito Santo che ci dona la fede e ci apre gli occhi (a certi invece che ad altri), noi siamo salvati.

Infine Gesù ci ha avvertititi:

e anche tra voi stessi sorgeranno uomini che insegneranno cose perverse per trascinarsi dietro i discepoli. (Atti 20:30)

Cosa che cominciò ad accadere già dopo i primi secoli dalla morte di Cristo, quando i concili cominciarono ad introdurre dottrine di perdizione idolatre non conformi più alla Parola, tipo il papato, il culto mariano e delle immagini. Eppure anche i padri della Chiesa erano contrari alle nuove dottrine adottate dalla Chiesa nascente (leggi https://www.veritadellabibbia.net/tradizione)

Potrebbe piacerti anche
9 Commenti
  1. Salvatore Incardona dice

    Posso rispondere alle vostre osservazioni sulla Parola di Dio?

  2. Salvatore Incardona dice

    Posso commentare le vostre errate risposte e i vostri errori?

  3. Salvatore Incardona dice

    Se leggereste meglio ciò che scrivo evitereste di scrivere inesattezze, come quella che ad esempio, io confonderei ripetutamente i pentecostali con i protestanti.

    So benissimo distinguere il protestantesimo classico con quello moderno, luterani, valdesi, anglicani ecc., dai pentecostali.

    Questi ultimi si sentirebbero i soli veri cristiani, ma sono accomunati ai vecchi protestanti da moltissime dottrine comuni, a partire dallo stesso tipo di Bibbia che usano, manchevole dei 7 libri deuterocanonici, per finire con l’intepretazione della comunione dei santi (Intercessione) ecc..

    Chiuque si oppone alla vera chiesa di Cristo è protestante, o eretico, se dobbiamo usare i termini adatti.

    Se vogliamo essere diplomatici, beh….allora vi chiamiamo fratelli separati, ma “separato” in latino vuol dire “eretico”.

    Ogni gruppo eretico di tutti i tempi, aveva nella sua dottrina frammenti di verità, quindi anche i pentecostali possiedono frammenti di verità nella loro dottrina,

    un orologio rotto almeno due volte al giorno segna l’ora giusta.

    Quello che vi rifiutate di capire è che non è possibile che lo Spirito Santo, suggerisca e ispiri a ciascuno gruppo protestante, o pentecostale, dottrine diverse.

    Ad esempio: perchè anche tra i pentecostali c’è chi non crede alla SS. Trinità, come i pentecostali modalisti per la precisione, e/o seguaci di Branham il profeta.

    Poi diranno che questi non sono pentecostali, ma i diretti interessati dicono che sono loro i veri cristiani, perchè parlano in lingue, credono in Gesù unico salvatore ecc..

    Come si spiegano queste dottrine diverse se lo Spirito Santo è solo UNO?

    Molti protestanti, o pentecostali, sono da ammirare per la loro fede, molto più accesa di quella di molti cattolici di etichetta, ma tuttavia sbagliano moltissimo in quanto al significato della Parola di Dio.

    La misericordia di Dio opera prodigi anche in mezzo a loro, ma questo non significa che Dio confermi le loro dottrine.

    Altrimenti dovremmo credere che i pentecostali antitrinitari hanno ragione, a dire che la SS. Trinità non esiste, ma solo Dio Padre, che si manifesta nella modalità del Figlio e dello Spirito Santo a seconda delle necessità!

    1. ChristianFaith dice

      *se leggeste*
      Benarrivato fratello cattolico! Io sono abbastanza ecumenica, non sopporto il fondamentalistmo tipico di tante chiese e denominazione evangeliche, come non sopporto la convinzione di essere nella verità di tanti cattolici. Detto questo, ti voglio solo dire che ho tutta l’apertura mentale possibile nei confronti delle altre confessioni cristiane (meno per quelle non cristiane). Ho dovuto rispondere a queste domande perchè mi è stato scritto privatamente da qualcuno che mi ha riportato queste domande ai protestanti. Non avevo nemmeno visitato il tuo sito prima d’allora perchè lascio che ognuno dica la sua senza andare a polemizzare nei siti cattolici o pentecostali o dei testimoni di geova. Buona permanenza quì se ti va: sei benvenuto 🙂

      1. Salvatore Incardona dice

        Cara sorella ChristianFaith,

        in tutta sincerità devo dire che una qualsiasi persona, che voglia veramente trovare la verità, DEVE porsi certe domande.

        Sono cosciente che molte parrocchie, e preti, della Chiesa cattolica,
        sono molto secolarizzate, piene di difetti, e poco adatte a predicare la
        Parola di Dio.

        Conosco molti fratelli pentecostali, che sono diventati ex cattolici,
        senza nemmeno conoscere la Bibbia nè la dottrina cattolica, solo perchè
        hanno trovato (ed è giusto) il conforto dei fratelli evangelici, che
        sono stati in grado si aiutarli nel momento del bisogno.

        Nei momenti di difficoltà tutti diventiamo più creduloni, e/o più
        esposti ad agenti esterni che possono influenzare e talvolta cambiare in
        meglio o in peggio la nostra vita.

        C’è chi si rivolte a maghi ed indovini, c’è chi crede di trovare
        risposte nella droga, chi nell’alcol, chi in Gesù Cristo…che è la vera
        Via di Salvezza!

        Il problema è però capire quale Gesù seguire.

        Mi spiego meglio, se una persona che vuole accettare Gesù Cristo come
        personale salvatore della propria vita, si trova a discutere con i
        testimoni di Geova, spesso gli da ragione, solo perchè non ha una
        preparazione biblica adeguata.

        Lo stesso vale se la medesima persona (ignorante) si trova a discutere
        con gli avventisti del settimo giorno, oppure con i pentecostali
        anti-trinitari, o con i brahamniti.

        Se ci fermiamo ad ascoltare la predica di qualche brano biblico, la cosa
        potrebbe pure edificare, e suscitare apprezzamento, ma se scendiamo nel
        dettaglio, scopriamo che ognuno di questi protestanti, ha una dottrina
        diversa.

        Chi di loro ha ragione?

        Possibile che tutti vantino la guida di Dio, parlino in lingue, eppure predichino dottrine diverse?

        Lo Spirito Santo è UNO, quindi UNA DEVE ESSERE LA VERITA’ !!!

        Quale è il metodo corretto che può adottare un cristiano in cerca di verità, per scoprire dove Essa si trova?

        Si trova nella Bibbia? Certo che sì!

        Ma come sappiamo la stessa Bibbia, se male interpretata genere discordia
        tra i vari gruppi, che attribuiscono significati diversi agli stessi
        versetti.

        Per cui, ad esempio, per gli avventisti del settimo giorno, l’inferno
        non esiste, il culto a Dio va celebrato solo il sabato, e chi non lo fa
        calpesta il quarto comandamento, e quindi andrà sicuramente
        all’inferno…nel senso che scomparirà (come dicono loro)

        ecc.. ecc.

        I pentecostali anti-trinitari trovano “conferma” nella Bibbia che la
        Trinità non esiste, ma è solo il Padre, che si manifesta nella modalità
        del Figlio, o dello Spirito Santo, a seconda delle necessità ecc..

        I seguaci del profeta Branham, trovano “conferma” nella Bibbia, che
        Branham fu l’Elia che doveva venire, profetizzato nella Bibbia…ecc..

        Il metodo corretto è usare la propria intelligenza e razionalit, nell’indagare la storia del cristianesimo.

        E’ normale che si cerchino le prove, per capire chi ha ragione, e le
        prove sono nella vita e negli insegnamenti dei primissimi cristiani.

        Cosa facevano e cosa credevano i primi cristiani?

        Esistono documenti che provano i comportamenti e la fede dei primi cristiani?

        Si, esistono, basta cercarli, e alcuni di questi sono gli scritti di S.
        Ireneo, o Giustino martire, Policarpo ecc., diretti discepoli
        (POlicarpo) dell’apostolo Giovanni.

        Ecco, leggendo questi scritti, si nota, per chi lo vuole ammettere, che,
        ad esempio, l’insegnamento sulla Eucaristia, è preciso identico a
        quello odierno che insegna la Chiesa cattolica, e cioè che la sostanza
        del pane e del vino si trasformano in Gesù.

        Attenzione, la sostanza, non le sembianze esterne. Leggendo gli scritti
        dei padri della Chiesa si ha la conferma che in realtà solo la Chiesa
        cattolica ha mantenuto l’ortodossia della fede in Cristo Gesù.

        Fuori dalla Chiesa cattolica non c’è salvezza?

        Non sto dicendo questo, lo Spirito di Dio soffia dove vuole, e la
        misericordia di Dio, opera miracoli e grazie anche fuori dalla Chiesa
        cattolica, ma questo non vuol dire confermare le altre dottrine, ma solo
        Misericordia che guarda la buona fede dei credenti.

      2. ChristianFaith dice

        E’ vero, ti do ragione su tante cose, la storia della chiesa e del cristianesimo sono importantissimi per capire il tutto. Ed è questo quel che fa ogni buon protestante RIFORMATO. I teologi protestanti riformati, (e non si parla qui di pentecostali, chiese evangeliche di oggi, ma di protestantesimo storico, sono teologi ben istruiti che fanno della Bibbia il centro del loro studio, insieme a tutte le altre materie attinenti) sono ottimi teologi.
        Per quel che concerne le varie divisioni, per quel che riguarda noi, non ce ne sono tra protestanti (non parlo di evangelici, avventisti, pentecostali, ecc questi ultimi hanno dottrine totalmente diverse tra loro appunto perchè non applicano allo studio l’ermeneutica) a noi non riguarda. Ne sono tante di sette. Quel che importa è che siamo tutti concordi nell’affermare che la salvezza viene da Dio che ha prescelto i suoi e si minifesta attraverso il dono della fede. Altro non c’è da aggiungere, le altre sono differenze marginali e di poco conto, come ce ne sono anche nella chiesa cattolica ma passano inosservate.
        Anche io penso la tua stessa cosa: Dio, oltre noi autentici cristiani che ci atteniamo solo alle Scritture, salverà anche alcuni cattolici, che per buona fede sono andati appresso alle dottrine idolatre e al culto mariano, poverini, non conoscevano il Vangelo!

  4. sandro dice

    Ottimo post!!! Bravissima!
    🙂

  5. ChristianFaith dice

    Grazie Sandro! Scusami, devo ancora rispondere alla tua email, non l'ho dimenticato, è che sono stata impegnata con il lavoro questo fine settimana e ho ripreso a scrivere solo oggi. Ti scrivo presto 🙂

  6. sandro dice

    Figurati, non ho alcuna fretta; scrivimi pure quando sei libera, avevo immaginato che fossi impegnata!
    Grazie mille.

    🙂

Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più