Vous pouvez perdre votre salut?

démon[1]La sécurité éternelle est biblique?

Quand les gens apprennent à connaître le Christ comme leur Sauveur, sont amenés à un nouvelle relation avec Dieu qui garantit sa sécurité éternelle.

Dans Juda 24 est écrit:

A celui qui peut te préserver de chaque chute et te faire paraître irréprochable et joyeux devant sa gloire.

La puissance de Dieu est capable d'empêcher le croyant de tomber. C'est à lui, pas à nous, nous présenter devant sa glorieuse présence. Notre sécurité éternelle est le résultat de Dieu qui nous préserve, pas de nous qui gardons notre salut.

Le Seigneur Jésus-Christ a déclaré:

Je leur donne la vie éternelle et ils ne périront jamais et personne ne les arrachera de ma main. Mon Père qui me les a donnés est plus grand que tout; et personne ne peut les arracher de la main du Père” (Giovanni 10:28-29b).

Jésus et le Père nous tiennent fermement dans leur main. Qui pourra jamais nous séparer de la prise à la fois du Père et du Fils?

Ephésiens 4:30 nous dit qui sont les croyants “scellé pour le jour de la rédemption”. Si les croyants n'avaient pas la sécurité éternelle, le sceau ne pouvait pas vraiment être pour le jour de la rédemption, mais seulement pour celui des péchés, d'apostasie ou d'incrédulité. Giovanni 3:15-16 il nous dit que quiconque croit en Jésus-Christ aura “vie éternelle”. Si une personne était promise à la vie éternelle, mais ensuite cela lui a été enlevé, pour un début ce ne serait pas “éternel”. Si la sécurité éternelle n'était pas vraie, les promesses de la vie éternelle dans la Bible seraient fausses.

L'argument le plus puissant en faveur de la sécurité éternelle est Romains 8:38-39:

En fait, je suis persuadé que ni la mort, ni la vie, ni anges, né principati, ni choses présentes, né cose future, ni pouvoirs, ni hauteur, ni profondeur, ni aucune autre créature ne pourra nous séparer de l'amour de Dieu qui est en Christ Jésus, notre Seigneur.

Notre sécurité éternelle est basée sur l'amour de Dieu pour ceux qu'Il a rachetés. Notre sécurité éternelle a été acquise par le Christ, promis par le Père et scellé par le Saint-Esprit.

La sécurité éternelle donne la licence’ pécher?

L'objection la plus fréquente à la doctrine de la sécurité éternelle est qu'elle favoriserait, probablement, l'idée que les chrétiens peuvent vivre de la manière qu'ils veulent et rester en sécurité. Bien que ce soit “techniquement” vero, ce n'est pas le”essence” de sécurité éternelle. Une personne qui a véritablement accepté Jésus-Christ comme son Sauveur “peut” vivre une vie pécheresse, mais non “voudra” pour le faire. Nous devons faire une distinction entre la façon dont un chrétien doit vivre et ce qui doit être fait pour recevoir le salut.

La Bible est très claire que le salut est par la grâce seule, par la foi seule en Jésus-Christ seul (Giovanni 3:16; Ephésiens 2:8-9; Giovanni 14:6). On est sauvé par la foi, par la foi seule. Le moment où vous croyez vraiment en Jésus-Christ, on est sauvé et en sécurité dans ce salut. Le salut n'est pas gagné par la foi pour être, puis, entretenu par les travaux. L'apôtre Paul aborde ce sujet dans Galati 3:3: “Tu es si stupide? Après avoir commencé avec l'Esprit, tu veux maintenant atteindre la perfection avec la chair?”. Si nous sommes sauvés par la foi, notre salut est également maintenu et assuré par la foi. Nous ne pouvons pas gagner notre propre salut. donc, nous ne pouvons même pas gagner le maintien de notre salut. C'est Dieu qui le garde (Juda 24). C'est la main de Dieu qui nous tient fermement dans sa main (Giovanni 10:28-29). C'est de l'amour de Dieu que rien ne peut nous séparer (Romains 8:38-39).

Tout déni de la sécurité éternelle est, dans son essence, croyons que nous devons maintenir notre propre salut par nos bonnes œuvres. Ceci est complètement antithétique au salut par la grâce. Nous sommes sauvés par les mérites du Christ, pas les nôtres (Romains 4:3-8). Prétendre que nous devons obéir à la Parole de Dieu ou vivre saints pour garder notre salut revient à dire que la mort de Jésus n'a pas suffi à payer la pénalité de nos péchés.. La mort de Jésus était absolument suffisante pour pardonner tous nos péchés: passé, présent et futur, avant et après le salut (Romains 5:8; 1 Corinthians 15:3; 2 Corinthians 5:21).

donc, après avoir dit tout ça, cela signifie qu'un chrétien peut vivre comme il l'entend et rester en sécurité? C'est fondamentalement une question hypothétique, parce que la Bible dit clairement qu'un vrai chrétien ne vivra pas “comme tu veux”. Les chrétiens sont de nouvelles créatures (2 Corinthians 5:17). Les chrétiens montrent le fruit de l'Esprit (Galati 5:22-23), pas les œuvres de la chair (Galati 5:19-21). 1 Giovanni 3:6-9 il déclare clairement qu'un véritable chrétien ne vivra pas continuellement dans le péché. Répondre à l'accusation selon laquelle la grâce favorise le péché, l'apôtre Paul a affirmé: “Que dirons-nous alors? Peut-être resterons-nous dans le péché pour que la grâce abonde? Certainement pas! Nous qui sommes morts au péché, comment nous y vivrions encore?” (Romains 6:1-2).

La sécurité éternelle ne donne pas “Licence” pécher. plutôt, c'est la certitude de savoir que l'amour de Dieu est garanti pour ceux qui font confiance au Christ. Comprendre et connaître l'incroyable don du salut de Dieu conduit à l'opposé de donner le “Licence” pécher. Connaissant le prix que Jésus a payé pour nous, comment pourrait-on continuer à vivre une vie de péché (Romains 6:15-23)? Comprendre l'amour inconditionnel et garanti de Dieu pour ceux qui croient, Comment pourrait-on prendre cet amour et le renvoyer à la face de Dieu? Quiconque fait cela ne prouve pas que la sécurité éternelle lui a donné le droit de pécher, plutôt, qu'il n'a pas vraiment expérimenté le salut par Jésus-Christ: “Celui qui reste en lui ne persiste pas à pécher; quiconque persiste à pécher ne l'a pas vu, ni connu” (1 Giovanni 3:6)

www.gotquestions.org

Tu pourrais aussi aimer
Il n'y a pas de commentaires
  1. Giuseppe

    Salut Christian Faith. A proposito di questo argomento volevo segnalarti quanto scritto in questa pagina

    http://www.sentieriantichi.org/temi_caldi/predestinazione_08_perdizione.html

    e chiederti cosa ne pensi e quale interpretazione dobbiamo dare ai passi biblici citati nell’articolo (quelli riferiti alla perdita della salvezza).

    Merci.

    1. La foi chrétienne

      I passi citati non annullano l’elezione. Se uno cade vuol dire che non era un eletto dal principio. Infatti noi tutti credenti non abbiamo sicurezza di salvezza se non perseveriamo nella fede. Se uno di noi perde la fede in un futuro vuol dire che non era un eletto, e Dio conosceva ogni cosa dal principio. Quindi MAI illudersi e credersi un eletto, questo si scoprirà solo alla fine in punto di morte.

  2. Anonyme

    Ciao
    credo in quello che hai detto sulla salvezza.Essa è un dono per tutti gli uomini, nessuno ne sarà privo, perchè nessuno di noi è nato per caso.
    Però se togli gli scritti sulla condanna eterna, è meglio.E' un argomento che devi comprendere meglio.Non è possibile che Dio vada contro la sua Parola, Egli si è SACRIFICATO per tutti, l'opera la fa Lui, non noi.
    Scusa ancora, la trinità non è biblica, è una invenzione umana.
    La bibbia dice che esiste il Padre il Figlio e lo Spirito Santo.Cristo è L'Unigenito Figlio, quindi è Dio come il Padre, con lo stesso pensiero.
    Elimina la parola"persona" non puoi usarla riferendoti a Dio.
    Ciao e buon lavoro

  3. La foi chrétienne

    Da quel ch scrivi non sembri cristiano. Sei Testimone di Geova? Perché di loro è la convinzione che la trinità non sia biblica ed è loro prerogativa la negazione della condanna eterna. Sei New Age? Perché di loro è la convinzione che tutti saremo salvati, ma anche dei cattolici.

    premier, sei tu che devi capire cosa significa la trinità perchè la fraintendi. Non deve essere presente nella Bibbia la parola “trinità”, ma il concetto. Vuol dire che Dio è uno e si è manifestato sotto tre forme diverse: Le père, Fils et Saint-Esprit. Ed è sempre Lui. Sebbene Dio sia uno, Egli esiste in tre Persone, chiamata Padre, Fils, et le Saint-Esprit. Esse non sono tre persone nel senso ordinario del termine; esse non sono tre individui, ma piuttosto tre modi o forme in cui esiste l'Essere divino. Puoi negarlo? Credo propri di no, perché questa è Bibbia. Anche la parola Santa Cena non c’è nella Bibbia eppure nessuno può mettere in dubbio che Cristo l’abbia istituita. Molte parole anche se non presenti, sono espresse nei concetti. Stiamo dicendo la stessa cosa dunque.

    Seconde, sei tu che devi comprendere meglio il concetto di salvezza. Saremo tutti salvati? La Bibbia non dice questo, troppo bello, allora a che è servito Gesù Cristo? Cristo è morto per TUTTI COLORO CHE CREDONO E SI CONVERTONO A LUI, non di certo per gli increduli:

    Jésus lui dit:: "Je suis le chemin, la vérité et la vie; personne ne vient au Père que par moi. Giovanni 14:6

    Parce que Dieu a tant aimé le monde, qui a donné son fils unique, AFFINCHE CHIUNQUE CREDE IN LUI non perisca, mais avoir la vie éternelle. Giovanni 3:16

    SENZA LA FEDE E’ IMPOSSIBILE PIACERGLI; poiché chi si accosta a Dio deve credere che egli è, et qui récompense tous ceux qui le cherchent. Juifs 11:6

    E tutti coloro che credono sono stati scelti da Dio che ha donato loro la fede, che non viene da noi, non siamo noi ad averla trovata, ma è Lui che ce l’ha donata secondo la sua volontà. Lui decide chi graziare:

    En fait, c'est par grâce que tu as été sauvé, par fede; E CIO NON VIENE DA VOI; E’ UN DONO DI DIO. Ephésiens 2:8

    Romains 9:15 Parce qu'il dit à Moïse: "J'aurai pitié de qui j'aurai pitié et j'aurai compassion de qui j'aurai compassion".

    Chi siamo noi per contrastare la Sua volontà? Lui decide chi salvare e opera scelte secondo il suo piano sovrano, come ha deciso di scegliere Israele come suo popolo manifestandosi a loro, senza che questi glie l’avessero chiesto, come ha deciso di mostrarsi ad Abramo (che non lo stava cercando) e non ad altri, come ha deciso di convertire Paolo che lo perseguitava e non lo cercava minimamente. Ti è mai capitato di pregare insistentemente per la conversione di qualcuno e questa persona non si è mai convertita? bien, quella persona non rientrava nei piani di Dio e di Dio non ne voleva sapere come conseguenza. Mi pare strano che alla gente sfugga questo “piccolo” particolare, cioè che Dio è Dio e non ha bisogno di noi peccatori dal cuore malvagio per far andare avanti il suo piano divino. Noi non siamo capaci di andare da Dio da soli, siamo tutti atei per natura, siamo capaci di avvicinarci a Lui solo se Lui mette in noi lo Spirito che ci induce a cercarLo.

  4. La foi chrétienne

    Maintenant, nous savons que toutes choses concourent au bien de ceux qui aiment Dieu, i quali sono CHIAMATI SECONDO IL SUO DISEGNO. Parce que ceux qu'il a connus d'avance, li ha pure predestinati a essere conformi all'immagine del Figlio suo, afin qu'il soit le premier-né de nombreux frères; e QUELLI CHE HA PREDESTINATI LI HA PURE CHIAMATI; e quelli che ha chiamati li ha pure GIUSTIFICATI; et ceux qu'il a justifiés, il les a aussi glorifiés. Romains 8:28-30

    Mais nous devons toujours remercier Dieu pour vous, frères aimés du Seigneur, perché DIO FIN DAL PRINCIPIO VI HA ELETTI A SALVEZZA mediante la santificazione nello Spirito e la fede nella verità. 2Tessalonicesi 2:13

    Puoi anche andare contro la Bibbia, si tu veux.

    L’inferno e la dannazione eterna non esistono? Non sono gli insegnamenti di Dio questi. sûrement, farebbe piacere prendere dalla Bibbia solo quel che conviene, ma non funziona così:

    Comment alors les mauvaises herbes sont ramassées et brûlées par le feu, così avverrà alla fine dell'età presente. Il Figlio dell'uomo manderà i suoi angeli che raccoglieranno dal suo regno tutti gli scandali e tutti quelli che commettono l'iniquità, et ils les jetteront dans la fournaise ardente. Il y aura des pleurs et des grincements de dents. Alors les justes resplendiront comme le soleil dans le royaume de leur Père. Qui a des oreilles [entendre] salle. Matteo 13:40-43

    ma i figli del regno saranno gettati nelle tenebre di fuori. Là ci sarà pianto e stridor di denti». Matteo 8:12

    Se l'occhio tuo ti fa cadere in peccato, cavalo; meglio è per te entrare con un occhio solo nel regno di Dio, che avere due occhi ed essere gettato nella geenna, dove il verme loro non muore e il fuoco non si spegne. Marco 9:47-48

    apocalypse 20:15 E se qualcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di fuoco.

    apocalypse 19:20 Mais la bête a été prise, e con lei fu preso il falso profeta che aveva fatto prodigi davanti a lei, avec qui il avait séduit ceux qui avaient pris la marque de la bête et ceux qui adoraient son image. Tous deux ont été jetés vivants dans le lac brûlant de feu et de soufre.

    apocalypse 21:8 Ma per i codardi, gl'increduli, gli abominevoli, les meurtres, je fornicatori, gli stregoni, idolâtres et tous les menteurs, la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda».

    Dernière chose, non mi sono mai riferita a Dio come “persona”, le volte che ho usato persona era sempre riferito ad un essere umano. Penso che tu l’articolo non l’abbia nemmeno letto.

    Salutations en Christ

  5. Anonyme

    Salut Christian Faith,
    forse la salvezza la si è ricevuta per Grazia. Ma l'inferno lo si può certamente ricevere per le opere. Può un uomo che crede in Gesù compiere il male? Se credo in Dio,anche se l'istinto vorrebbe,non posso.Percui anche se lo si vorrebbe,non si può,bisogna rinunciare. E non per guadagnare meriti,ma per la realizzazione delle promesse battesimali. "Dalle loro opere li riconoscerete". Ed è anche questo che distingue i figli della luce dai figli del mondo.Non si può essere scaltri come i figli delle tenebre,ma bisogna vivere in Gesù. In Cristo si può e si deve rinunciare al male. Il Credo del cristiano è anche responsabilità.Se si crede in Cristo e si commettono opere ingiuste pensando di passarla comunque….bhè non è così. Infatti il Cristo dice che, a chi ha di più, sarà chiesto di più.Altrimenti saremmo trattati"più severamente degli altri". Ciao,comunque è sempre bello parlare di quesi argomenti,visto la polvere che c'è altrove. In Cristo,Andrea.

  6. La foi chrétienne

    Ciao Andrea, quel che dici non fa una piega biblicamente, infatti la penso anche io così. La salvezza per fede implica come conseguenza buoni frutti. Può capitare però anche al salvato di commettere qualche peccato ogni tanto, siamo ancora su questo mondo e viviamo in un corpo di peccato, e finchè Gesù non ci riprenderà e non ci libererà da questa situazione di questo mondo, perfetti nelle opere non potremo mai essere. L'apostolo Paolo spiega benissimo questo concetto dell'uomo legato al peccato che non vuole, ma a volte è tentato:

    En réalité, Je le sais en moi, c'est-à-dire dans ma chair, ne vit dans aucun bien; parce que la volonté est en moi, mais la façon de faire le bien, non.
    En fait le bien que je veux, Je ne le fais pas; mais le mal que je ne veux pas, Ce que je fais.
    maintenant, si je fais ce que je ne veux pas, Je ne suis plus celui qui le fait, mais c'est le péché qui habite en moi.
    Je suis donc sous cette loi: quand je veux faire du bien, le mal est en moi.
    En fait, je suis satisfait de la loi de Dieu, secondo l'uomo interiore, ma vedo un'altra legge nelle mie membra, qui lutte contre la loi de mon esprit et fait de moi un prisonnier de la loi du péché qui est dans mes membres.
    Malheureux moi! Qui me libérera de ce corps de mort?
    Merci à Dieu par Jésus-Christ, notre Seigneur. Donc alors, Je sers avec mon esprit la loi de Dieu, mais avec la chair la loi du péché. (Romains 7:18-25)

  7. Felice Vittoria

    Siamo initatori di Cristo

  8. Felice Vittoria

    Condivido pienamente l”importante et”sfozarsi a essere un buon cristiano(IMITATORE DI CRISTO)

  9. OscarGiulio Roben

    LA SICUREZZA DELLA SALVEZZAl’esperienza prova la possibilità di una temporanea caduta dalla grazia comunemente conosciuta come “sviamento”. “Sviamento” non si trova nel N.T.; è una parola dell’A. Una delle parole ebraiche usate significa: “tornare indietro” o “andare via”; un’altra parola significa “andare intorno” o “essere refrattari”. Israele viene paragonato ad una giovenca sviata che rifiuta di essere guidata e diviene refrattaria al giogo;Israele si è sviato da Jehovah e si è ostinatamente rifiutato di prendere su di sé il giogo dei suoi comandamenti.Il N.T. mette in guardia da tale atteggiamento, ma usa altri termini. Sviato è colui che una volta aveva zelo per il Signore, ma che poi è venuto meno (Tapis. 24:12 “Poiché l’iniquità aumenterà, l’amore dei più si raffredderà”); una volta ubbidiva alla Parola, ma la mondanità ed il peccato hanno impedito che quella Parola si sviluppasse e portasse frutto (Tapis. 13:22 “Quello che ha ricevuto il seme tra le spine è colui che ode la parola; poi gli impegni mondani e l’inganno delle ricchezze soffocano la parola che rimane infruttuosa”); (Luca 9:62 “Ma Gesù gli disse: «Nessuno che abbia messo la mano all’aratro e poi volga lo sguardo indietro, è adatto per il regno di Dio»una volta aveva messo la mano all’aratro ma poi ha riguardato indietro come la moglie di Lot, è stato liberato dalla Città della Distruzione, ma il suo cuore vi è ritornato (Luca 17:32 “Ricordatevi della moglie di Lot”); una volta era in contatto vitale con Cristo, ma ora lo ha perduto, ed è arido, sterile e buono a nulla, spirituellement parlant (jeudi. 15:16 “Non siete voi che avete scelto me, mais c'est moi qui t'ai choisi, et je t'ai désigné pour aller porter du fruit et ton fruit pour rester; pour que tout ce que tu demandes au Père, en mon nom, egli ve lo dia”); una volta seguiva gli impulsi della coscienza, ma ora ha gettato via quella bussola che lo guidava e, come conseguenza, la nave della fede ha fatto naufragio sugli scogli del peccato e della mondanità (1Tim. 1:19 “conservando la fede e una buona coscienza; alla quale alcuni hanno rinunziato, e così, hanno fatto naufragio quanto alla fede”); una volta felice di chiamarsi cristiano, ma ora si vergogna di confessare il suo Signore (2Tim. 1:8; 2:12 “Non aver dunque vergogna della testimonianza del nostro Signore, né di me, son détenu; mais toi aussi tu souffres pour l'évangile, soutenu par la puissance de Dieu. Se abbiamo costanza, con lui anche regneremo”; una volta liberato dalle contaminazioni del mondo, ma ora è tornato “come la troia lavata a voltolarsi nel fango” (2Pt. 2:22; confronta Luca 11:21-26 “Lu 11:21 Quando l’uomo forte, ben armato, guarda l’ingresso della sua casa, ciò che egli possiede è al sicuro;22 ma quando uno più forte di lui sopraggiunge e lo vince, gli toglie tutta l’armatura nella quale confidava e ne divide il bottino.23 Chi non è con me, c'est contre moi; e chi non raccoglie con me, disperde.24 «Quando lo spirito immondo esce da un uomo, si aggira per luoghi aridi, cercando riposo; e, non trovandone, dé: “Ritornerò nella mia casa, dalla quale sono uscito”;25 e, quando ci arriva, la trova spazzata e adorna.26 Allora va e prende con sé altri sette spiriti peggiori di lui, ed entrano ad abitarla; e l’ultima condizione di quell’uomo diventa peggiore della prima»).È possibile venir meno nella grazia per certi periodi di temp; ma una persona una volta salvata, può venir meno per un certo tempo ed alla fine essere perduta?Quelli che seguono la dottrina di Calvino, dicono di no! Quelli che seguono la dottrina di Arminio (un teologo olandese), dicono di si! Le rispettive posizioni scritturali dei calvinisti e degli arminiani, sono contenute nella Scrittuura. Il calvinismo esalta la GRAZIA come la sola fonte di salvezza; e così fa la Bibbia; gli arminiani insistono sulla libera volontà dell’uomo e sulla sua responsabilità, e così fa la Bibbia! La soluzione pratica consiste nell’evitare gli estremismi non scriturali di ambedue queste opinioni, e di astenersi di mettere in antagonismo queste dottrine tra loro. Perché quando due dottrine scritturali vengono apertamente messe in opposizione l’una contro l’altra, ne risulta una reazione che conduce all’errore!Le rispettive posizioni scritturali dei calvinisti e degli arminiani, sono contenute nella Scrittuura. Il calvinismo esalta la GRAZIA come la sola fonte di salvezza; e così fa la Bibbia; gli arminiani insistono sulla libera volontà dell’uomo e sulla sua responsabilità, e così fa la Bibbia! La soluzione pratica consiste nell’evitare gli estremismi non scriturali di ambedue queste opinioni, e di astenersi di mettere in antagonismo queste dottrine tra loro. Perché quando due dottrine scritturali vengono apertamente messe in opposizione l’una contro l’altra, ne risulta una reazione che conduce all’errore!

Laisser une réponse

Ce site utilise des cookies pour améliorer votre expérience. Nous supposerons que vous êtes d'accord avec ça, mais vous pouvez vous désinscrire si vous le souhaitez. J'accepte Lire la suite