La Chiamata di Dio tramite lo Spirito Santo

Il vento soffia dove vuole, e tu ne odi il rumore, ma non sai né da dove viene né dove va; così è di chiunque è nato dallo Spirito (Giovanni 3:8)

Nessuno può venire a me se non lo attira il Padre, che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. (Giovanni 6:44)

La chiamata di Dio NON dipende da noi, non siamo noi a volere la nostra conversione, ma è lo Spirito Santo che si manifesta secondo i piani di Dio. Qui Gesù dice che chiunque si converte e ha fede in Dio non lo fa secondo la propria capacità e volontà, ma è il Padre che lo ha attirato.

Nel capitolo 6 di Giovanni Gesù insegna che risusciterà i suoi credenti nell’ultimo giorno di questa era e darà loro la vita eterna. Coloro che credono in Lui sanno che Egli è il Pane della Vita e la risposta a tutti i nostri bisogni. Gesù è la figura centrale del nostro rapporto con Dio, Lui è la Vita (Gv. 14:6) ed ha promesso che nessuno dei suoi veri credenti sarà perso.

Chi può avere la vita? Solo coloro che vengono a Cristo.

Chi può venire a Cristo? Solo coloro che Dio ha messo nei suoi piani.

Esiste una chiamata interiore da parte di Dio che solo i veri credenti sperimentano, solo i veri credenti ascoltano e riconoscono; la chiamata che ti fa capire che Gesù Cristo è il Salvatore e la Bibbia è la sua Parola. La chiamata interiore è così illuminante che ci si accorge subito che abbiamo bisogno di essere salvati e confessiamo con il cuore il nostro Signore e Salvatore, pentendoci per i nostri peccati. Realizziamo che siamo peccatori tutti allo stesso modo e umilmente ci avviciniamo al Signore.

Come avviene la chiamata interiore?

Avviene sempre allo stesso modo, cambiano le situazioni di vita, gli ambienti dove può avvenire, ma c’è sempre un susseguirsi di fatti precisi:

  1. Manifestazione dello Spirito Santo.
  2. Consapevolezza improvvisa del proprio stato di peccatori.
  3. Umiliazione dinnanzi a Gesù Cristo e richiesta di perdono, nonché promessa di seguirlo per sempre.
  4. Perdono dei peccati, santificazione del nuovo credente e rinascita spirituale.
  5. Sentimenti di gioia, felicità e illuminazione nella propria vita, cambiamento radicale della persona convertita.

Ci si rende conto improvvisamente che si è peccatori (perché prima si è troppo “di mondo” e materialisti per capire questo concetto spirituale) e ne consegue il pentimento e la volontà di seguire in tutto e per tutto Gesù Cristo. Lo Spirito Santo è in grado, in pochissimo tempo, di “illuminarti” e darti risposte nel tuo cuore, risposte a tutti i tuoi interrogativi logici della vita, ti toglie tutti i dubbi perché è Dio stesso a farti questo regalo, a donarti la FEDE e la comprensione del mondo spirituale. Prima della conversione sei un essere umano di questo mondo, il tuo cuore è di pietra, nel senso che è impermeabile all’amore di Dio e alla comprensione del suo Creato. Dopo la conversione ricevi un cuore di carne e lo Spirito Santo, diventando una persona spirituale. Nella Bibbia si dice anche “nascere di nuovo”.

Anche Ezechiele nella profezia sul Messia anticipa l’opera di redenzione dei credenti che avrebbe compiuto in Padre attraverso il Salvatore:

Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dal vostro corpo il cuore di pietra, e vi darò un cuore di carne. (Ezechiele 36:26)

E dopo la chiamata possiamo dire:

… una cosa so, che ero cieco e ora ci vedo. (Giovanni 9:25)

 

perché Gesù ci ha “ridato la vista” che abbiamo perso con il peccato e ci ha aperto gli occhi.

La chiamata viene fatta da Dio non da noi esseri umani, e capita una sola volta nella vita; è così lampante che non ci si dimentica più di quel frangente di tempo che cambia la vita spingendoci a vivere secondo gli insegnamenti cristiani. E contro quelli che dicono che è possibile resistere alla chiamata di Dio, contro quelli che pensano che accettare la salvezza dipenda da noi, dal nostro libero arbitrio e dalle nostre libere decisioni, dico:

Non sapete allora cosa sia la chiamata di Dio, forse è soltanto qualcosa che vi siete immaginato, perché quando Dio chiama, la sua grazia è IRRESISTIBILE, e non siamo capaci di dire sì o no, possiamo solo accettare il suo dono, in quanto ci ha illuminati, ci ha aperto gli occhi, non possiamo dire “Va bene ci credo o non ci credo” perché se la pensiamo così allora non siamo stati chiamati da Dio ma è frutto del nostro condizionamento. A Dio non si può dire NO, e non lo può fare nessuno, nessuno di quelli che Egli ha deciso che salverà, nessuno dei suoi prescelti alla salvezza, perché Lui è Dio e non ha bisogno del nostro consenso per salvarci.

Gesù dice:

Nessuno può venire a me se non lo attira il Padre, che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. (Giovanni 6:44)

Nessuna persona, se il Padre non ha deciso di salvarla, può cercare la fede, non si può avvicinare a Gesù Cristo. Il Padre sceglie e ci chiama tramite il suo Spirito avvicinandoci al Figlio. Sbagliamo se crediamo che siamo prima noi di nostra spontanea volontà a cercare Dio e poi Lui si manifesta a noi, perché se noi lo stiamo cercando, vuol dire che Lui già sta operando in noi e si è manifestato in noi con lo Spirito. Ora dobbiamo solo avere la chiamata e capirlo.

Noi che crediamo in Gesù Cristo, noi che siamo stati chiamati, abbiamo la certezza eterna della nostra salvezza, perché sappiamo di far parte dei suoi piani e dei suoi disegni da prima della Creazione del mondo (Romani 8:28-30).

Credente, sii felice e sereno perché il Padre ti ha scelto ancora prima della creazione e ti ha avvicinato a Gesù secondo i suoi piani. Ha tolto dalla tua vita il peccato e la ribellione tipica degli esseri umani. Non perderai mai la salvezza perché Dio mantiene sempre le sue promesse e gioisci di questo!

Non credente, hai bisogno di un Salvatore anche se non te ne rendi conto e deridi questa cosa, per questo invoca il Padre e attendi la chiamata, perché se credi in Dio, se farai questo, scoprirai se sei anche tu nei suoi piani. Se ti sottometterai con il cuore, (non con la razionalità) a Dio, puoi iniziare a pensare che anche tu sei un eletto, altrimenti non faresti mai questa cosa, (cioè inginocchiarti e pregare) che alla gente di mondo può sembrare tanto stupida. Prega per ricevere la chiamata e Dio si manifesterà come ha promesso nella sua Parola!

Potrebbe piacerti anche
Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più