Da Adamo ed Eva alla procreazione della razza umana

Spiegazioni sulla Genesi

La moglie più famosa della storia?

La risposta alla domanda più diffusa sulla Creazione: da Adamo ed Eva alla procreazione della razza umana

adam-eve_400x400[1]Une delle ragioni per cui molti cristiani non sanno rispondere alla domanda sulla moglie di Caino è che fissano l’attenzione sul mondo di oggi e i problemi che conseguirebbero dai matrimoni tra parenti stretti, e non sulla chiara testimonianza che Dio ci ha data. Cercano di interpretare la Genesi partendo dalla situazione attuale, piuttosto che capire la storia biblica del mondo e i cambiamenti che si sono prodotti a causa del peccato. Poiché non costruiscono la loro visione della realtà sulle base delle Scritture, ma accettano un modo di interpretare la Bibbia secolarizzato, rimangono ciechi alle risposte semplici.

La Genesi è il racconto del Dio che era presente quando gli avvenimenti storici accaddero, la Parola di Uno che sa tutto e che è un testimone affidabile del passato. Così, quando partiamo dalla Genesi come base per capire la storia, possiamo comprendere dei fatti che altrimenti rimarrebbero misteriosi.

Se infatti l’evoluzione fosse vera, la scienza avrebbe un problema ancora più grande a spiegare la moglie di Caino: come può essersi evoluto un uomo da mutazioni (errori) negli organismi precedenti, dal momento che quel processo avrebbe fatto nascere degli esseri del tutto malformati? Il fatto che si possa produrre un progenie senza grosse malformazioni è una testimonianza a favore della Creazione, non dell’evoluzione.

Ecco la spiegazione:

Gli scettici nei riguardi della Bibbia hanno usato tante volte la moglie di Caino per cercare di screditare il libro della Genesi come documento storico attendibile. È triste che la maggior parte dei cristiani non ha saputo dare una risposta adeguata a questa domanda. Di conseguenza, il mondo li vede come incapaci di difendere l’autorità delle Scritture, e con essa, la fede cristiana.

Per esempio, allo storico processo Scopes nel Tennessee nel 1925, William Jennings Bryan, l’avvocato che difendeva la fede cristiana, non riusciva a rispondere alle domande sulla moglie di Caino fatte dall’avvocato della American Civil Liberties Union Clarence Darrow. Considerate il seguente estratto dalla trascrizione del processo in cui Darrow interroga Bryan:

D. Avete mai saputo da dove Caino prese sua moglie?
R. No, signore. Io lascio agli agnostici indagare su di lei.
D. Non lo avete mai saputo?
R. Non ci ho mai provato.
D. Avete mai provato a saperlo?
R. No.
D. La Bibbia dice che ne ha presa una, no? C’era altra gente sulla terra in quei tempi?
R. Non saprei dire.
D. Voi non sapete dire. L’avete mai considerato?
R. La questione non mi ha mai preoccupato.
D. Non si ha notizia di altra gente, però Caino trovò moglie.
R. Questo è ciò che dice la Bibbia.
D. Da dove venne, voi non lo sapete.

La stampa di tutto il mondo era presa da questa causa, che ha avuto ripercussioni per la cristianità fino ad oggi: i cristiani non sanno difendere il testo biblico!

Recentemente lo stesso esempio fu citato da Carl Sagan nel suo libro Contact (un best-seller secondo la classifica del giornale The New York Times) e fu anche usato nel film dallo stesso titolo tratto dalla sua opera.

Nel libro leggiamo di un personaggio fittizio, Ellie, e di come non riesce ad avere risposte dalla moglie di un ministro di culto che capeggia un gruppo di discussione:

Ellie non aveva mai letto la Bibbia seriamente…così, durante il fine settimana precedente la sua prima classe, si mise a leggere quello che le pareva la parte più importante dell’Antico Testamento. Cercando di mantenere una mente aperta, tutto a un tratto riconobbe che là c’erano due storie differenti e reciprocamente contraddittorie della creazione… ed ebbe difficoltà a capire esattamente chi è stata che Caino ha sposato.
Sagan, nel tentativo di dare una “prova” che la Bibbia è piena di contraddizioni e non può essere difesa, fa abilmente una lista di domande spesso rivolte ai cristiani, fra le quali quella sulla moglie di Caino.

La verità è che probabilmente la maggior parte dei cristiani non sa rispondere a queste domande! Tuttavia, ci sono delle risposte! Però, dal momento che nella maggior parte delle chiese manca l’insegnamento dell’apologetica, particolarmente riguardo al libro della Genesi, la maggior parte dei credenti non è capace di essere “sempre pronti a rendere conto della speranza che è in voi a tutti quelli che vi chiedono spiegazioni” (1 Pietro 3:15).

Perché è importante questo?

Molti scettici hanno preteso che perché Caino trovasse moglie, dovevano esserci altre “razze” di esseri umani sulla Terra, che non fossero discendenti da Adamo e da Eva. Per tanta gente, questo è stato un impedimento all’accettazione del racconto della Genesi della creazione di un solo uomo e di una sola donna all’inizio della storia. I difensori del Vangelo devono essere capaci di dimostrare che tutta l’umanità è discesa da un uomo e una donna (Adamo ed Eva), dal momento che solo i discendenti di Adamo e di Eva possono essere salvati. Perciò, i credenti devono essere in grado di dare una spiegazione della moglie di Caino e di dimostrare chiaramente che lei fu una discendente di Adamo e di Eva.

Lettura della Bibbia:
Genesi 4:1 — Genesi 5:5
Una delle domande rivolte più spesso a chi parla sulla Creazione è: “Caino dove prese la moglie?”
Per rispondere a questa domanda, dobbiamo prima passare in rassegna delle informazione di fondo riguardo al significato del Vangelo.

Il primo uomo

“Perciò, come per mezzo di un solo uomo il peccato è entrato nel mondo, e per mezzo del peccato la morte, e così la morte è passata su tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato. . . ” (Romani 5:12).

In 1 Corinzi 15:45 leggiamo che Adamo fu “il primo uomo”. Dio non cominciò creando una “razza” di uomini. La Bibbia dice chiaramente che solo i discendenti di Adamo possono essere salvati. Romani 5 insegna che noi siamo peccatori perché Adamo ha peccato. La pena di morte che Adamo ricevette come condanna del suo peccato di ribellione, è stata ereditata da tutti i suoi discendenti.

Dal momento che Adamo, quando “cadde”, era il capo del genere umano, anche noi che siamo i suoi discendenti siamo caduti con lui. Così siamo tutti separati da Dio. La conseguenza finale del peccato deve essere la separazione dei peccatori da Dio per sempre. Però c’è per noi una via per ritornare a Dio!
Poiché un uomo portò nel mondo il peccato e la morte, il genere umano, disceso di Adamo, aveva bisogno di un uomo senza peccato che pagasse la pena per il peccato e la conseguente condanna a morte. Comunque la Bibbia insegna che “tutti hanno peccato” (Romani 3:23). Quale poteva essere la soluzione?

L’ultimo Adamo

Dio fornì la soluzione: un modo per far uscire l’uomo dal suo stato di miseria. Paolo spiega in 1 Corinzi capitolo 15 che Dio fornì un altro Adamo! Il figlio di Dio divenne uomo: un Uomo perfetto, eppure ancora parente nostro! Egli è chiamato “l’ultimo Adamo” (1 Corinzi 15:45), perché prese il posto del primo uomo. Egli divenne il nuovo Capo, ed essendo senza peccato, era in grado di pagare la pena per il peccato.

“Poiché per mezzo di un uomo è venuta la morte, così anche per mezzo di un uomo è venuta la risurrezione dei morti” (1 Corinzi 15:22-23).

Cristo soffrì la morte (la pena del peccato) sulla croce, spargendo il suo sangue (e senza spargimento di sangue non esiste perdono — Ebrei 9:22), così quelli che hanno riposto la fiducia nella Sua opera sulla croce possono venire, pentirsi dei loro peccati di ribellione in Adamo, ed essere riconciliati con Dio.
Così, solo i discendenti del primo uomo, Adamo, possono essere salvati.

Tutti parenti

Poiché la Bibbia afferma che tutto il genere umano è peccatore, e che tutti noi siamo parenti (Atti 17:26: Egli creò da uno solo tutte le nazioni degli uomini , perché abitassero su tutta la faccia della terra), il Vangelo presuppone che tutti gli esseri umani viventi e quelli che hanno vissuto in ogni tempo (a eccezione della prima donna7) sono discendenti del primo uomo, Adamo. Se così non fosse, il Vangelo non potrebbe essere spiegato o difeso.

Così, al principio c’era UN SOLO uomo, fatto della polvere della terra (Genesi 2:7).

Questo significa che pure la moglie di Caino era una discendente di Adamo. Non poteva essere di un’altra “razza” di esseri umani: deve essere inclusa fra la discendenza di Adamo.

La prima donna

In Genesi 3:20, leggiamo: “L’uomo chiamò sua moglie Eva, perché è stata la madre di tutti i viventi”. In altre parole, tutti gli esseri umani, ad eccezione di Adamo, sono discendenti di Eva: fu lei la prima donna.

Eva fu fatta dal fianco di Adamo (Genesi 3:21-24); questo fu un avvenimento unico. Nel Nuovo Testamento, Gesù (Matteo 19:4-6) e Paolo (Efesini 5:31) citano questo dato storico come fondamento del matrimonio tra un uomo e una donna.

Ancora, in Genesi 2:20 ci viene detto che quando Adamo guardò gli animali, non trovò una compagna adatta: non ce n’era una della sua specie.

Tutto questo ci fa comprendere che dal principio c’era UNA SOLA donna, la moglie di Adamo. Non poteva esserci una “razza” di donne.

Così, se i cristiani non sono in grado di difendere l’affermazione che tutti gli esseri umani (incluso la moglie di Caino) derivano in ultima analisi da Adamo e Eva, come potranno poi spiegare il Vangelo? Come potranno giustificare il fatto di mandare missionari a ogni tribù e nazione? Perciò è necessario che sappiamo rispondere alla domanda sulla moglie di Caino per poter difendere il Vangelo e tutto quello che insegna.

LA MOGLIE DI CAINO

Chi fu Caino?

Caino fu il figlio primogenito di Adamo e Eva, come documentato nella Scrittura (Genesi 4:1). Egli e i suoi fratelli, Abele (Genesi 4:2) e Set (Genesi 4:25), facevano parte della prima generazione di bambini nati su questa terra. Ma, seppure solo questi tre maschi siano specificamente nominati, Adamo ed Eva ebbero altri figli.
Fratelli e sorelle di Caino

In Genesi 5:4, leggiamo un riassunto della vita di Adamo e di Eva:

“Dopo aver generato Set, Adamo visse ancora ottocento anni e generò figli e figlie”.

Nel corso della loro vita, Adamo ed Eva ebbero parecchi figli maschi e femmine. Infatti, lo storico giudaico Giuseppe Flavio scrisse che “il numero dei figli di Adamo, secondo un’antica tradizione, fu di 33 figli e 23 figlie”.

La Scrittura non ci dice quanti figli nacquero ad Adamo ed Eva, però considerando la loro lunga vita (Adamo visse 930 anni — Genesi 5:5), ci pare logico suggerire che furono tanti! (Ricordate che era stato comandato loro: “Siate fecondi e moltiplicatevi”, Genesi 1:28).

La moglie

Se ora ci basiamo unicamente sulla Scrittura, senza pregiudizi personali o altre idee non bibliche, allora nel principio, quando esisteva solo quella prima generazione, si sono dovuti sposare tra fratelli e sorelle, altrimenti non ci sarebbero state altre generazioni!

Noi non sappiamo quando Caino si è sposato, e neanche i dettagli di altri matrimoni o dei suoi figli, però possiamo dire con certezza che la moglie di Caino fu una sua sorella, oppure un’altra parente stretta.

OBIEZIONI

Le leggi di Dio

Molta gente rifiuta immediatamente la conclusione che i figli e le figlie di Adamo e Eva dovettero sposarsi tra di loro, appellandosi alle leggi contro i matrimoni fra consanguinei. Qualcuno dice che non ci si può sposare con i parenti stretti. Ma in realtà, se uno non sposa una sua parente, non sposa un essere umano! La moglie è parente del marito prima di sposarsi, perché tutti gli esseri umani sono discendenti di Adamo e di Eva: tutti sono di uno stesso sangue.
La legge che vieta ai parenti stretti di sposarsi non fu data fino al tempo di Mosè (Levitico 18-20). A patto che il matrimonio fosse tra un uomo e una donna per tutta la vita (vedi Genesi 1 e 2), non c’era disobbedienza alla legge originaria di Dio (cioè prima del tempo di Mosè) quando i parenti stretti — anche fratelli e sorelle — si sposavano tra di loro. Ricordate che Abramo sposò una sua sorellastra (Genesi 20:12)9. La legge di Dio poi proibì tali matrimoni, ma solo quattrocento anni dopo, al tempo di Mosè.

Malformazioni congenite

Oggi, la legge non permette a fratelli e sorelle (e neanche a fratellastri, sorellastre, ecc.) a sposarsi e avere figli.
Ora, è vero che i bambini nati da unioni tra fratello e sorella hanno maggiori probabilità di nascere malformati. Infatti, più è stretta la parentela tra una coppia, maggiore è la probabilità di avere un figlio malformato. È molto facile capire questo, anche senza scendere nei dettagli tecnici.

Ogni persona eredita i geni della madre e del padre. Purtroppo oggi i geni contengono molti errori (a causa del peccato e della maledizione), e questi errori si manifestano in parecchi modi. Per esempio, c’è gente che fa crescere i capelli sopra gli orecchi per nascondere il fatto che un orecchio è più basso dell’altro, o capita che il naso di qualcuno non sia al centro della faccia, o che la mascella sia un po’ deformata, e via dicendo. Vediamo che la ragione principale per cui ci chiamiamo “normali” è perché ci siamo messi d’accordo!

Più stretta è la parentela fra due persone, maggiore è la probabilità di avere gli stessi errori nei loro geni, in quanto sono ereditati dagli stessi genitori. Per questo, è probabile che fratello e sorella abbiano errori simili nel loro materiale genetico. Se avvenisse un’unione fra i due, così da avere bambini, i figli erediterebbero i geni dei genitori. Poiché è probabile che questi geni abbiano errori simili, la coppia di errori associati produce una malformazione nei figli.

Viceversa, più è distante la parentela fra i genitori, maggiore è la probabilità che abbiano errori differenti nei loro geni. I bambini, che ereditano un gene da ciascun genitore, finiranno probabilmente con una coppia di geni contenendo un solo gene difettoso. Il gene “buono” tende a vincere quello difettoso, così che una malformazione (almeno grave) non si produce. Invece di avere orecchi totalmente malformati, per esempio, una persona può averli soltanto storti! (Tuttavia, il genere umano nel suo complesso sta degenerando lentamente a causa degli errori accumulati generazione dopo generazione).

Comunque, questo fatto della vita di oggi non si applicava ad Adamo e Eva. Quando queste due persone furono create, erano perfette. Tutto quello che Dio fece fu “molto buono” (Genesi 1:31). Questo significa che i loro geni erano perfetti, senza errori! Ma quando il peccato entrò nel mondo (a causa di Adamo — Genesi 3:6), Dio maledisse il mondo, così che la creazione perfetta cominciò a degenerare, cioè, subentrarono la morte e il decadimento (Romani 8:22). Durante il lungo periodo di tempo trascorso da allora, questa degenerazione ha prodotto ogni sorta di errori nel materiale genetico degli esseri viventi.
Caino, però, fu della prima generazione di figli mai nati. Egli (come pure i suoi fratelli e sorelle) non avevano ricevuto praticamente nessun gene imperfetto da Adamo e da Eva, dal momento che gli effetti del peccato e della maledizione dovevano essere minimi al principio. In questa situazione, fratelli e sorelle si potevano sposare (a patto che fosse tra un uomo e una donna — è questo il matrimonio [Matteo 19:4-6]) — senza nessun rischio di produrre figli malformati.
Al tempo di Mosè, invece (circa 2.500 anni dopo), gli errori degenerativi si erano accumulati a tal punto nel genere umano che divenne necessario che Dio introducesse delle leggi per vietare i matrimoni tra fratelli e sorelle e altri parenti stretti (Levitico 18-20)11. Inoltre c’era ormai molta gente sulla terra, e non c’era più ragione per cui i parenti stretti dovessero sposarsi tra di loro.

In sintesi, sembra che ci siano stati tre ragioni per l’introduzione delle leggi che proibiscono i matrimoni tra consanguinei:

  1. Come già discusso, c’era la necessità di proteggere dal crescente rischio di far nascere dei figli malformati.
  2. Le leggi di Dio erano finalizzate a mantenere la nazione giudaica forte, sana e allineata ai piani di Dio.
  3. Queste leggi servivano a proteggere l’individuo, la struttura della famiglia e la società in generale. Infatti i danni psicologici causati dalle relazioni incestuose non devono essere minimizzati.

Caino nella terra di Nod

Alcuni pretendono che il brano di Genesi 4:16-17 significhi che Caino sia andato nella terra di Nod e che là abbia trovato moglie. Così essi concludono che là doveva esserci stata un’altra stirpe di popoli sulla terra, che non erano discendenti di Adamo, e da cui provenisse la moglie di Caino.

Caino si allontanò dal Signore e abitò nel paese di Nod, a oriente di Eden. Ora Caino si unì alla moglie che concepì e partorì Enoch; poi divenne costruttore di una città che chiamò Enoch, dal nome del figlio.
Da quanto scritto sopra, è chiaro che tutti gli esseri umani, inclusa la moglie di Caino, sono discendenti di Adamo. Comunque, questo brano non dice che Caino andasse alla terra di Nod e che là trovasse moglie. Giovanni Calvino, commentando questi versetti, scrive:

“Dal contesto possiamo raccogliere che Caino, prima di uccidere suo fratello, aveva sposato una moglie; altrimenti Mosè avrebbe raccontato qui qualcosa a proposito del suo matrimonio”.

Caino era già sposato prima di recarsi nella terra di Nod. Non vi trovò moglie, piuttosto là “conobbe” (ebbe rapporti sessuali con) sua moglie13.

Caino di chi aveva paura?

(Genesi 4:14)

Qualcuno dichiara che ci doveva essere stata tanta gente sulla terra, oltre ai discendenti di Adamo e Eva, altrimenti Caino non avrebbe avuto paura che qualcuno lo volesse uccidere perché aveva ucciso Abele.
Prima di tutto, la ragione più verosimile per cui qualcuno volesse far male a Caino per aver ucciso Abele doveva essere perché erano parenti stretti di Abele!

Secondo, Caino e Abele erano nati un bel po’ di tempo prima della morte di Abele. Genesi 4:3 dice:

“Avvenne, dopo qualche tempo, che Caino fece un’offerta di frutti della terra al Signore”.

Notate l’espressione: “dopo qualche tempo”. Noi sappiamo che Set nacque quando Adamo aveva l’età di 130 anni (Genesi 5:4) e che Eva lo vide come sostituto di Abele (Genesi 4:25). Perciò, il periodo di tempo trascorso dalla nascita di Caino alla morte di Abele può essere stato di 100 anni o più, lasciando abbondante tempo perché altri figli di Adamo e Eva si sposassero e facessero figli. Prima del tempo in cui Abele fu ucciso, può esserci stato un considerevole numero di discendenti di Adamo e Eva, tanto da includere parecchie generazioni.

Da dove venne la tecnologia?

Alcuni sostengono che perché Caino andasse nella terra di Nod e vi costruisse una città, avrebbe dovuto disporre di notevoli risorse tecnologiche già esistenti in quel posto, e presumibilmente sviluppata da altre “razze”.
Ma i discendenti di Adamo e Eva erano gente molto intelligente. Ci viene riferito che Iubal fece strumenti musicali come l’arpa e l’organo (Genesi 4:21), e che Tubal-Cain lavorò il rame e il ferro (Genesi 4:22).

A causa dell’intenso indottrinamento evoluzionistico, tanta gente oggi ha l’idea che la propria generazione sia la più avanzata mai esistita su questo pianeta. Ma il fatto che noi abbiamo aeroplani a reazione e calcolatori non significa che siamo i più intelligenti o più avanzati. Questa tecnologia moderna è in realtà un risultato dell’accumulo delle conoscenze nel corso dei secoli.

Dobbiamo ricordare che per 6.000 anni (fin dal tempo di Adamo) il nostro cervello ha sofferto gli effetti della maledizione. Noi siamo degenerati moltissimo nei confronti della gente di tante generazioni fa. Probabilmente la nostra intelligenza non è assolutamente paragonabile a quella dei figli di Adamo e di Eva. Le Scritture qui ci danno un accenno a quella che pare essere stata una tecnologia avanzata fin dal principio. Caino aveva indubbiamente la sapienza e l’abilità per saper costruire una città.

Copyright Answers in Genesis http://www.answeringenesis.org/

Potrebbe piacerti anche
61 Commenti
  1. ChristianFaith dice

    Grazie del tuo commento, che rispetto ma non approvo.
    Le tue sono solo supposizioni non provate dalla scienza. Sono teorie scientifiche, quindi ciò che dici equivale a "filosofia".
    Non puoi nemmeno dire ad un cristiano che ciò che dice la Bibbia è antiscientifico finchè la scienza non lo proverà empiricamente che è antiscientifico.
    la Bibbia non è una spiegazione per i paurosi ma la Parola di Dio. E non si può smentire questo concetto.
    Ribadisco LA GENESI nella Bibbia come spiegazione della creazione del mondo, dlel'universo e della vita.

    1. Roberto45 dice

      ChristianFaith,

      Quindi tu credi che l’uomo (Adamo) sia stato creato circa 6000 anni fa uguale a come siamo
      noi ora ?

      1. ChristianFaith dice

        Roberto45,

        Assolutamente sì. Vuoi sapere il perchè? Perchè non ci sono prove scientifiche EMPIRICHE del contrario e mai ci saranno! Teorie? Non sono prove. Vogliamo polemizzare perchè io credo questo? Io e tutti i cristiani? Ognuno creda ciò che vuole, cosa ti importa? Non capisco tanto sgomento e polemica. E non mi vanno polemiche o domande sull’argomento visto che è stato già trattato ampiamente qui, non ho tempo da perdere.

      2. Roberto45 dice

        Scusa se mi permetto di intervenire.
        Ti prego di non arrabbiarti.
        Posso chiedere allora cosa rappresentano per te i fossili di Homo Sapiens datati a piu’ di 90000 anni trovati proprio in Israele.
        ( non potrai negare spero che siano mai stati trovati e che siano di uomini uguali a noi).

      3. ChristianFaith dice

        Roberto45:
        Scusa se mi permetto di intervenire.
        Ti prego di non arrabbiarti.
        Posso chiedere allora cosa rappresentano per te i fossili di Homo Sapiens datati a piu’ di 90000 anni trovati proprio in Israele.
        ( non potrai negare spero che siano mai stati trovati e che siano di uomini uguali a noi).

        Certo che lo nego! Non è scienza empirica questa, sono solo supposizioni! Ci saranno dei fossili, ma non sono esseri umani. Io credo solo nella scienza provata, non nelle teorie. La verità sugli esseri umani è quella che risale ai ritrovamenti di oggetti, scrittura, civiltà, ecc… e tutto risale a qualche millennio prima di Cristo, con quel che dice la storia, le prime civiltà mesopotamiche, gli egizi, ecc… le cose prima sono solo supposizioni.

      4. Roberto45 dice

        Ti prego di leggere (se hai un attimo di tempo) l’articolo a questo link
        http://www.museoferrara.unife.it/reperti_preistoria/HOMO_SAPIENS_ARCAICO.htm
        non sono testimonianze fossili di antichissimi esseri umani? dimmi se vuoi cosa ne pensi ,
        magari ti potrebbe venire voglia di leggere qualcosa d’altro oltre la Bibbia ogni tanto.

        ChristianFaith,

      5. ChristianFaith dice

        Roberto45,

        L’arroganza degli atei non ha limiti, l’ho sempre detto! Cosa ti fa credere che io legga solo la Bibbia??? Cosa ti fa credere che sia ingnorante di scienza e archeologia?? Ti comunico che prima di diventare cristiana 10 anni fa ero atea convinta, collezioni a casa corsi di astronomia e astrofisica… la biologia è una delle mie materie preferite e conosco alla perfezione la storia, l’archeologia e le argomentazioni atee sull’origine della vita. Per cui dico a te che credi di possedere la verita e avere ragione: leggi un po’ di Bibbia e informati su cio che non conosci, magari ti viene voglia di informarti su queste cose invece di dare per scontato che siano false. Ecco perchè non ho alcuna intenzione di discutere con gli atei, non c’è discussione, non è che io mi arrabbi, ma ne ho le tasche piene di questi discorsi arroganti di chi crede di conoscere e sapere quando invece non sa niente.

        PS: e per tua informazione non sono ignorante,sono laureata!!!

      6. Roberto45 dice

        Scusa ma non volevo offenderti .
        Io non sono laureato e non credo di conoscere e sapere tutto ma cerco di informarmi sulle scoperte scientifiche.
        Volevo solo sapere la tua opinione
        su quell’articolo (se hai avuto il tempo e la voglia di leggerlo) .
        Sono tutte falsita’?
        Non sono fossili di essere umani?
        Che altro

        ChristianFaith,

      7. ChristianFaith dice

        Roberto45,

        Scusa non ho tempo da perdere, ti ho già risposto, se ti sta bene ebbene altrimenti va bene lo stesso. Sono stanca di rispondere sempre alle stesse polemiche e domande fatte non per cercare di capire il nostro punto di vista ma per cercare di convincere del contrario (non vedo cosa te ne viene in tasca), te l’ho già detto. Gentilmente ti ho già risposto, continua a credere ciò che vuoi, per me è lo stesso, io vivo lo stesso, e dovresti vivere lo stesso anche tu. Ciao ciao!

      8. Roberto45 dice

        ok !
        grazie per il tempo che mi hai dedicato, non ti importunero’ piu’
        Ciao ciao!
        ChristianFaith,

      9. Roberto45 dice

        Il ritrovamento di scheletri umani identici ai nostri per te sono solo supposizioni ???
        Prima delle civilta’ cui tu accenni non
        esisteva l’uomo ???
        ChristianFaith,

      10. ChristianFaith dice

        Roberto45:
        Il ritrovamento di scheletri umani identici ai nostri per te sono solo supposizioni ???

        Esattamente! Non sono identici ai nostri altrimenti la scienza (bada, per scienza non intendo l’affermazione di alcuni scienziati) avrebbe fatto affermazioni provate e non avrebbe enunciato solo teorie. Non sono identici.

        Prima delle civilta’ cui tu accenni non
        esisteva l’uomo ???
        ChristianFaith,

        No, non esisteva. Magari esisteva qualche mille anni prima di quel tempo ma non milioni di anni!

        Bene, ora che ti ho risposto cosa vogliamo fare? Continuare a dire tu una cosa e io un’altra? Il tuo intento è dunque quello di convincermi? Non ci riuscirai mai visto che ho conoscenze approfondite e prima di affermare certe cose indago! Ognuno la pensi come vuole, se io penso questo a te non dovrebbe creare problemi, cosa ti interessa? A me non interessa che tu o altri pensate che esistevamo milioni di anni fa perchè io non ci credo.

      11. Roberto45 dice

        Tu neghi l’evidenza di prove concrete e non credi nella scienza , pero’ credi a un libro scritto non si sa da chi, pieno di contraddizioni, incestuosi assassini, vendette sanguinarie e atroci castighi.
        OK ! Come hai detto tu ognuno la puo’ pensare come vuole.
        (Vorrei sapere dove hai indagato per affermare certe cose).
        ChristianFaith,

      12. ChristianFaith dice

        Roberto45:
        Tu neghi l’evidenza di prove concrete e non credi nella scienza , pero’ credi a un libroscritto non si sa da chi, pieno di contraddizioni, ********** assassini, vendette sanguinarie e atroci castighi.
        OK ! Come hai detto tu ognuno la puo’ pensare come vuole.
        (Vorrei sapere dove hai indagato per affermare certe cose).
        ChristianFaith,

        Io credo pienamente nella scienza PROVATA, ma non nelle teorie!! Sarei sciocca se negassi evidenze scientifiche! In ogni modo, sei tu qui a non conoscere la Bibbia, che per me è la Parola di Dio infallibile e esatta e che va di par passo con la scienza empirica. Si vede dalle affermazioni che hai fatto. Ora se vuoi scusarmi ho tante cose da fare ed è inutile portare avanti questa conversazione, dove TU VUOI AVERE RAGIONE E CONVINCERE ME (QUI SUL MIO SITO).

      13. ChristianFaith dice

        Roberto45,

        Se conosci l’inglese… http://creation.com/ è un sito tenuto su da centinaia di scienziati (paleontologi, genetisti, biologi, astrofisici, fisici, ecc., che difendono la Creazione e quel che è scritto nella Bibbia che va di pari passo con la scienza esatta. Sono SCIENZIATI!!! Quindi come vedi, se il mondo degli scienziati è diviso in due non è che l’evoluzione sia una verità, è semplicemente una teoria come quella della creazione. Siamo sulla stessa barca.

  2. matteo dice

    Come si spiega quest'orribile, atroce terremoto ad Haiti? Se si crede in un Dio onnipotente e onnisciente è chiaro che gli si debba attribuire la responsabilità per ciò che è accaduto e ciò che sta accadendo in quel povero paese. Se Dio ha creato tutte le cose belle, è anche artefice di tutte le cose brutte, orrende, mostruose. Dio ha scosso la terra a Port-au-prince. Dio ha fatto morire oltre 100 000 persone – 100 000 persone tra le più povere al mondo.

    Non so voi, ma a me chi dice che il Dio in cui crede è un essere benevolo mi fa venire la nausea. È egocentrismo all'ennesima potenza, è autoindulgenza e razzismo. "Dio è buono," che stronzata. Sarà stato buono con te, che vivi in un paese occidentale, sarà stato buono con la tua famiglia…
    Quello che è certo è che Dio è stato infinitamente spietato in quell'isola abitata da gente umile e credente.
    Avevano ragione i romani e i greci: gli dei sono imprevedibili e capricciosi, niente affatto benevoli.

  3. ChristianFaith dice

    Dio ha creato un mondo dove non c'erano ingiustizia, morte e sofferenza. La colpa della morte e della sofferenza, ti sembrerà strano, è proprio dell'uomo, che nasce nel peccato. Siamo tutti peccatori, chiunque, anche gli innocenti. Se non conosci il concetto di peccato non puoi capire.
    Dio è buono e misericordioso, non c'entra con quelloche succede, anche se puo intervenire e tutte le voe lo fa dietro preghiera, ma siamo negli ultimi tempi e queste cose sono state scritte dal principio, e siamo solo all'inizio della tribolazione. Il mondo se ne sta andando allo sfracello! E cosi che deve essere, prima che tornerà Gesù Cristo Salvatore a giudicare l'umanità.
    Se credi che io sia sempre stata fortunata, non mi sia mai successo nulla di brutto, ti sbagli, non mi conosci,vivo ogni giono e vengo messa alla prova, ma la fede dei veri credenti, i prescelti, va oltre la vita terrena, la fede è fede in Dio, un Dio che tu potrai odiare e che un giorno ti ricambierà pan per focaccia per la tua miscredenza e il tuo attaccamento a questa vita di passaggio.

  4. matteo dice

    Ti ringrazio caramente per la condanna ultraterrena che mi hai appena inflitto in via indiretta (vabbè, sì, ho capito, non sei tu, è Dio a giudicarmi).

    Sequi questo ragionamento:

    Un uomo nasce. Una volta nato non è Dio, ma sono altri uomini a insegnargli la religione, a raccontargli le parole di Dio. Questi uomini, a loro volta, sanno queste cose perché altri uomini gliele hanno insegnate. E chi ci ha spiegato che la bibbia è parola di Dio? Be', sempre degli uomini, con i loro difetti e i loro pregi. Nessuno di noi ha appreso della bibbia per via extraterrena (se non gli autori, per quello che ci raccontano).
    Con ciò intendo dire che c'è una macroscopica falla sillogica: gli uomini peccano, fanno errori, non sono affidabili… eppure loro sono l'unica fonte che lo stesso Dio ci ha fornito per riuscire ad arrivare a Sé.
    Dio pretende di essere riconosciuto e venerato da esseri che non hanno modo di arrivare a lui se non per via antropologica – che per definizione è peccaminosa, errante e inaffidabile. Una pretesa piuttosto ambiziosa, non trovi? Una pretesa ambiziosa e perversa, perché affidandoci agli altri uomini (ed è la nostra unica opzione) sappiamo che potremmo essere raggirati e finire, in buona fede, per credere in cose non vere.

    Queste poche righe smontano in maniera incontrovertibile il cristianesimo. O almeno smontano il cristianesimo che crede nel libero arbitrio e che non crede nella predestinazione dell'anima.

  5. ChristianFaith dice

    Ti sbagli grandemente, non sai niente di Dio e non conosci il modo in cui Egli ti dona la fede e il modo in cui opera.

    Non arriviamo a Lui tramite gli uomini, ma è Egli stesso a chiamarci a sé. La fede non si può inculcare per via antropologica. Gli uomini ci possono dare le loro teologie, che il più delle volte sono errate. La fede si trova attraverso la Bibbia, la Parola di Dio immutata e eterna, scritta da 40 uomini diversi, di ogni classe sociale, in tempi diversi e in zone diverse molto lontane tra di loro. I libri della Bibbia che sono stati ritrovati hanno un filo comune con gli altri libri, nessun autore sapeva dell’esistenza di altri libri, eppure, la Bibbia parla del messaggio divino senza mai essere in contrapposizione con un altro autore e un altro libro. Ci sono fonti archeologiche e storiche extrabibliche che lo confermano. Questa è la Bibbia, sopravvissuta per secoli e secoli e rimasta immutata. Ultima conferma la scoperta dei rotoli del Mar Morto, che hanno dato ulteriore conferma e prova archeologica dell’immutabilità della Bibbia antica sino ad oggi. Il 98% dello scritto greco corrisponde alle nostre traduzioni più moderne. La Bibbia è stata scritta da uomini scelti da Dio e ispirati dallo Spirito Santo. E’ Dio stesso che parla attraverso la Bibbia e ci dice che è la Parola di Dio.

    Dettoti questo, ti dico: io sono stata cresciuta con educazione cattolica, infatti non ho mai avuto la vera fede perché era una fede insegnata da umani, Da adulta sono stata spinta a leggere la Bibbia, da ciò che si chiama Spirito Santo (Dio mi ha chiamata e darmi la fede) e attraverso la lettura, ho capito e ho trovato risposte alle mie domande logiche, ho capito che la Bibbia non si contraddice in nessun punto, e questo l’ho capito con lo studio approfondito da autodidatta nel corso degli anni. Non frequento nessuna chiesa, nonostante io sia protestante. Quello che ho capito l’ho capito con la mia intelligenza e con l’aiuto di Dio, da sola! Quindi qui ti chiarisco che la fede vera, quella di cui parla la Bibbia, non è fede insegnata dagli uomini ma solo da Dio. Mai sentito parlare del dono della fede? E’ un dono di Dio, non degli uomini. Avoglia gli uomini ad insegnare se Dio non si manifesta alla persona. La fede della gente cresciuta in maniera religiosa non è vera fede, non è la fede che Dio richiede per salvarti, è una fede superficiale di facciata, non è fede e equivale a non avere fede. Ovvio no?

    Poi ti dico che io non sono ignorante, ho una laurea in lingue e letterature straniere, conosco cos’è la filologia, conosco le lingue antiche, conosco come evolvono le lingue e le culture, cnosco la storia, conosco la materia dell’antropologia alla perfezione, e so come si conservano e arrivano a noi i libri nel corso dei secoli. Questo te lo dico nel caso ti fosse saltato in mente che io fossi ignorante perché credo alla Bibbia e ho fede.

    Ora arriviamo all’ultimo punto, quello della predestinazione delle anime. Io credo in questo punto fermamente, nego il libero arbitrio dell’uomo peccatore che non è capace di salvarsi da solo se Dio non lo decide e non ti ha eletto a salvezza. Dio non ha bisogno dell’uomo nel suo piano onnipotente di salvezza. Io suo disegno se lo fa da solo. Come si può credere al libero arbitrio del’uomo imperfetto? Non lo dice la Bibbia, la Bibbia parla del servo arbitrio non libero. Il perché di tutto questo? Solo Lui lo sa. Conosci il perche alla vita? Conosci le risposte alle domande esistenziali, certo che no, è tutto illogico, dobbiamo solo accettare e un giorno conosceremo la risposta in un’altra vita.

  6. ChristianFaith dice

    LA PREDESTIAZIONE: Dio ti sceglie dal principio secondo il suo disegno, poi ti chiama alla fede attraverso lo Spirito Santo e ti salva attraverso il sangue di Cristo.

    Ma noi dobbiamo sempre ringraziare Dio per voi, fratelli amati dal Signore, perché Dio fin dal PRINCIPIO vi ha ELETTI A SALVEZZA mediante la santificazione nello Spirito e la fede nella verità. (2Tessalonicesi 2:13)
    Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono CHIANATI SECONDO IL SUO DISEGNO. Perché quelli che ha preconosciuti, li ha pure predestinati a essere conformi all'immagine del Figlio suo, affinché egli sia il primogenito tra molti fratelli; e QUELLI CHE HA PREDESTINATI LI HA PURE CHIAMATI; e quelli che ha chiamati li ha pure GIUSTIFICATI; e quelli che ha giustificati li ha pure glorificati. (Romani 8:28-30)
    Avendoci predestinati nel suo amore a essere adottati per mezzo di Gesù Cristo come suoi figli, secondo il DISEGNO BENEVOLO DELLA SUA VOLONTA’. (Efesini 1:5)
    In lui siamo anche stati fatti eredi, essendo stati predestinati secondo il proposito di colui che compie ogni cosa secondo la decisione della propria volontà. (Efesini 1:11)

    La Bibbia è piena di spiegazioni che riguardano la sovranità di Dio che decide, come ha deciso nella Genesi scegliendo Abele al posto di Caino, come ha deciso di scegliere Israele tra tutti i popoli facendolo il popolo eletto e di Dio , cos’ ha deciso per ciascuna delle nostre anime.

    Infatti gli ebrei verranno salvati per questo, non attraverso cristo come noi gentili, ma attraverso l’eredità che si portano di popolo di Dio:

    Infatti, fratelli, non voglio che ignoriate questo mistero, affinché non siate presuntuosi: un indurimento si è prodotto in una parte d'Israele, finché non sia entrata la totalità degli stranieri;e tutto Israele sarà salvato, così come è scritto:
    «Il liberatore verrà da Sion. Romani 11:25-26

    Ora come sappiamo chi sono gli eletti? Chi ha avuto la chiamata alla fede lo sa, chi ha vera fede sa di essere un eletto di Dio perche ha avuto comunione con Lui e ce l’ha sempre. Gli altri di che si lamentano? Credi in Dio?No. Allora non hai nulla da perdere, tanto nemmeno ti rendi conto di non essere un eletto e vivi la tua vita materiale momentanea. Per tutto il corso della tua vita non potrai mai sapere se sei un eletto finché non avrai la chiamata interiore. Gli eletti si rallegrano per loro stessi ma sono tristi per i non eletti che non riescono ad aprire gli occhi. Ma dobbiamo accettare la volonta di Dio, se penso a quanti cari ho vicino a me che non sono stati eletti alla fede. Noi non sappiamo chi sono, solo l’eletto lo sa nel cuor suo e Dio lo sa. Io posso dirti che lo sono, perché Dio mantiene le sue promesse e le sue parole, ma per gli altri solo Dio conosce i loro cuori e la loro fede. Per questo di dico che io non ti giudico e non ti condanno, solo Dio può farlo e se vorrà avere misericordia solo Lui lo sa. Chi siamo noi peccatori per dire che Dio onnipotente e creatore sbaglia e sceglie i suoi eletti facendo parzialità? Nessuno, Luii puo decidere cio che vuole, potrebbe anche non salvarci nessuno, eppure ne ha scelti alcuni che andranno a vivere con Lui in cielo. Io mi rallegro della sua bontà.
    Perche evangelizziamo se Dio ha già deciso? Perché Dio ci ha comandato di farlo, è il mezzo attraverso il quale Lui chiama gli eletti. Ci sono diversi modi per convertirsi ma il risultato è sempre lo stesso.
    Ti auguro di tutto cuore di trovare la fede autentica, perché anche se ora non la vuoi e odi il mio Dio, se Lui mai avesse deciso che tu sei tra gli eletti, non potrai fare mai nulla per evitarlo: un giorno ti “chiamerà” a sé e tu non potrai fare altro che prostrarti dinnanzi al solo e unico Dio onnipotente. L’uomo non può decidere se accettarlo o meno, l’uomo non ha libero arbitrio in questo, l’uomo può solo accettare la sovranità di Dio e le sue decisioni. Amen!

  7. matteo dice

    C'è un secondo e forse più complesso sillogismo che nega la bontà di Dio. Non è un trucco dialettico ed è quanto di più lontano possibile da una semplice speculazione filosofica.

    Trarrai le tue conclusioni, ma non è possibile eludere un confronto con il seguente ragionamento:

    Dio è onnisciente e onnipotente. Dio è consapevole di ogni azione passata, presente e futura. Dio è responsabile di ogni azione passata, presente e futura.
    Dio, prima della creazione dell'universo era a conoscenza di ogni azione che sarebbe stata fatta in futuro, consapevole di ogni decisione. Dio nel creare Adamo, e poi nel creare Eva, era pienamente conscio delle decisioni che avrebbero preso. Dio ha deliberatamente creato quell'Adamo e quella Eva, sapendo perfettamente che li avrebbe condannati ad una vita di sofferenza. Tra tutti gli Adamo ed Eva che era in grado di creare, Dio ha scelto proprio quelli che avrebbero mangiato il frutto dell'albero proibito. Non esiste libero arbitrio se il tuo creatore conosce preventivamente le tue azioni e decide di crearti per farti compiere le azioni che lui stesso sapeva che avresti compiuto.

    Pausa.

    Dopo questo ineluttabile ragionamento il creatore risulta essere spietato. Ogni creatura non "eletta" è condannata a soffrire in eterno a causa di un peccato originale causato dallo stesso Dio.* I poveri umani che non sono stati scelti da Lui sembrano essere vittime predestinate per soddisfare il bisogno di confronto degli "eletti" necessario per sentirsi tali. Uno schema del genere, a mio parere, non è altro che macabro e deprecabile.

    Ti sfido a trovare una singola falla nel ragionamento. L'unica maniera per farlo crollare è rimuovere una delle due caratteristiche fondamentali di Dio: l'onniscienza e l'onnipotenza.

    *Non è possibile ribattere dicendo che le scelte sono state fatte da Adamo ed Eva a seguito del generoso dono del libero arbitrio, perché Dio, donandolo, conosceva anticipatamente come lo avrebbero utilizzato. Dio ha comunque deciso di crearli in quella maniera, tra tutti i modi che poteva scegliere – i quali sono infiniti.

  8. matteo dice

    Non c'è niente di razionale nella risposta che dà questo post. Parte da una tesi giusta, la confonde e poi arriva alla soluzione a cui voleva arrivare sin dall'inizio.
    In pratica dice: "è vero che Dio sapeva dal principio che Adamo avrebbe peccato, però, non avendoglielo detto e agendo Dio per vie misteriose, Adamo è l'unico responsabile della faccenda."
    "Agisce per vie misteriose" è ormai una formula magica per giustificare ogni assurdità predicata.
    Dici di essere colta, magari anche intelligente, eppure mi stupisce che una persona colta e intelligente possa non avere problemi con una risposta così abborracciata ad un problema fondamentale per la propria fede.
    Un individuo intellettualmente corretto deve a sé stesso una critica più profonda alle proprie convinzioni, che siano religiose, politiche o scientifiche.
    Dio era consapevole sin dall'inizio che creando Adamo e donandogli il libero arbitrio, senza fornirgli altre informazioni sul suo piano, Adamo avrebbe agito come ha fatto. E lui lo ha creato lo stesso. Avrebbe potuto creare un altro Adamo. Un Adamo che non pecca pur avendo il libero arbitrio. Dio è onnipotente, lo avrebbe potuto creare. Invece ha deciso di creare l'Adamo con il libero arbitrio che aveva nel proprio futuro questo nefasto epilogo.

  9. ChristianFaith dice

    C'è un problema di comunicazione perchè non hai avuto il dono della fede e te lo ribadisco, anche se ti è difficile capirlo.
    Se Dio non ti illumina, detto in poche parole, tutto questo ti sembrerà assurdo e tenterai di dare risposte logiche su Dio, sul perchè l'ha fatto e su che senso ha tutto questo. La tua mente limitata da essere umano non è in grado di fornirti risposte logiche.
    Solo quando Dio tocca il tuo cuore capisci tutto al volo e ti è tutto chiaro.
    Il discorso del mio ultimo post a me fila liscio come l'olio. Io non oserei mai mettere in dubbio Dio, la sua bontà e tutto il resto, appunto perchè Lui si è manifestato a me. Se tu conosci una persona, la conosci bene, non oseresti mai dire che quella persoa non esiste, giusto? Lo stsso è per i credenti che conoscono Dio.
    Ma mi fermo quì, perche so, appunto, che non puoi capire il mio discorso fino il fondo.
    Dio ti mostri la strada.
    A presto.

  10. Vicodin dice

    La storia del Big Bang, del brodo primordiale, dei dinosauri, dei primi mammiferi, degli ominidi e delle prime società civilizzate è assolutamente poco credibile, huh? Perchè come spiegazione è abbastanza completa, non lascia buchi o lacune. Forse non è altrettanto interessante per eventuali trasposizioni in soap opera, ma soddisfa le menti curiose.
    L’unico attacco frontale potrebbe essere: e prima del big bang cosa c’era? La risposta, secondo alcuni scienziati è: un altro universo prima che si ricompattasse in una grossa massa nebulosa – e sarà così all’infinito. Se così fosse, chi ha creato la materia? Be’, c’è sempre stata.

    Dio non sfugge alla stessa domanda.

    Tra l’esistenza perenne di semplice sostanza e l’esistenza perenne di un essere superiore infinitamente complesso io penso sia, per quanto irragionevole per il nostro cervello, più sensato accettare la prima.

  11. ChristianFaith dice

    Non lascia buchi o lacune? Ma se è tutta una lacuna! Guarda, la teoria del Big Bang può essere anche vera in quanto c’è stata una Creazione e nessuno sa per opera di chi… chissà se non c’è dietro un creatore (questa è la teoria degli scienziati creazionisti), la storia dei dinosauri e dei primi animali è vera assolutamente (prima gli animnali e poi l’uomo così come dice anche la Genesi) le prime civilizzazioni ovvio che sono vere, ai tempi non erano civilizzati come ora noi… ma il brodo primordiale ma per favore! Sbagli nel credere che i cristiani non siano curiosi, io per anni e anni sono stata atea fervente sostenitrice della scienza, e lo sono tuttora ma solo quando si tratta di scienze esatte e non teorie campate per aria. Scienza e fede vanno di pari passo perchè la prima non è altro che la SPIEGAZIONE DELLA CREAZIONE.
    Vedo che non sai nemmeno di cosa parli, non hai mai letto la Genesi, se la leggessi sapresti che ci sono tante affinità tra Bibbia e scienza.
    Grazie per il tuo commento, rispetto i l tuo punto di vista.

  12. Vicodin dice

    Arrivata ora ora.
    Certo che non ho letto la Genesi, e spero che poche persone lo facciano. Come spero che poche persone vengano succhiate dentro quel vortice di violenza, incestuosità e rabbia ingiustificata che è l’antico testamento – qui non puoi controbattere perché se lo facessi riveleresti ignoranza in materia. A leggere il blog direi che non sei solo creazionista, sei cristiana, con tutte le conseguenze che comporta esserlo, e credi in un Dio onnipotente e onnisciente come tutti gli altri che vanno a messa di domenica. Non ti sei mai chiesta perché un Signore benevolo, onnisciente e onnipotente continui a far nascere bambini con gravissime deficienze fisiche e/o mentali? Cosa hanno fatto quei poveri esseri prima ancora di nascere? Perché sono condannati da un Entità, che poteva benissimo evitarlo, a vivere una vita all’insegna del dolore e della sofferenza? Io mi chiedo perché i credenti non se lo chiedano. Sì: Dio è grande, ci vuole bene a tutti, eppure ha deciso che alcuni devono essere torturati in eterno. Fa tutto parte del suo piano imperscrutabile, vero? Tirerai fuori il peccato originale dicendo che lo abbiamo scelto noi questo triste destino… Ma Dio ha fatto Adamo ed Eva sapendo benissimo cosa sarebbe successo – altrimenti verrebbe meno l’onniscienza.
    Ogni singolo assassino, ogni singolo stupratore, ogni singolo dittatore, ogni singolo pervertito di questo pianeta è stato generato dal Tuo Signore – secondo il tuo credo -, lui è il diretto responsabile, nel bene e nel male. Osservando la situazione da lontano non puoi concludere che due cose: o non è benevolo, oppure è impotente.
    Eri Atea?
    E poi dicono che una crisalide non può tornare baco.

  13. ChristianFaith dice

    Sono stanca di ripetere sempre le stesse cose a persone come te che criticano e pensano di sapere tutto.
    1) sono cristiana sì, ma cristiano non vuol dire cattolico, io sono evangelica, non c’entro nulla con la storia della chiesa, le torture, le eresie e compagnia bella.
    2) Il VT non c’entra nulla con il Nuovo, perchè dal momento che è arrivato Gesù è arrivata la grazia, il perdono, la comprensione.
    3) Sì il peccato originale: Dio ha creato Adamo a sua immagine e somiglianza e non sapeva se lo avrebbe tradito (perchè era come LUI). Poi è accaduto quello che penso tu sappia, e da allora siamo tutti peccatori.
    4) la vita materiale non ha nessuna importanza, è quella eterna che conta.

    Dio ci ama sì,vuole bene a tutti ma salverà solo i credenti, ed è giusto così, chi non rientra in questo gruppo è giusto che non avrà vita eterna, non esisterà più (questo vuol dire la Bibbia). Ci ha dato libero arbitrio che colpa ne ha se tu non vuoi credere? Nessuna.

    Poi pensa ciò che vuoi, i frustrati sono gli atei, vedi come ti innervosisci? Accusi? Parli di ingiustizie e malattie? Credi che io ne ne soffra? ma la colpa non è di Dio, lui aiuta chi chiede aiuto (questo lo confermo sulla mia pelle e pelle dei miei cari, lo confermano anche gli altri credenti, può guarire malattie e i medici non capiscono). Io sono tranquillissima, ho le mie risposte e i miei equilibri, voi invece venite qui a scocciare credendo di sapere tutto e mettere dubbi, ma la fede mio caro, è qualcosa che non puoi capire con la ragione, è una voce che ti parla dentro e ti chiama a sè e beati coloro che sono chiamati.
    Pace all’anima tua!

  14. Vicodin dice

    Rispondo in ordine:

    1) Non ho detto che sei cattolica. Sei cristiana e credi che Cristo sia il tuo salvatore. Ciò è teismo, punto.
    2) Il VT (come lo chiami) è pur sempre parte della Bibbia, e tu credi a ciò che dice perchè lo faceva anche Gesù.
    3)Dio ha creato Adamo a sua immagine e somiglianza, ma Adamo non era dotato degli stessi poteri e/o conoscenze, altrimenti Dio non avrebbe potuto relegarlo sulla terra.
    4)La vita materiale è tutto quello che abbiamo, grazie al cielo. Non voglio neanche immaginare cosa possa essere un eternità di preghiera in paradiso, preferisco essere roso dai ratti.

    Odio con tutto il cuore ritorcere contro le armi altrui, ma sembri essere te la dispensatrice di verità, la saputella. Io faccio domande. Io mi indigno, non mi innervosisco. Anche te dovresti farlo, non è onesto pensare che la tua vita sia serena perché le preghiere che dici la sera sono migliori di quelle degli altri. Milioni di persone pregano con la tua stessa sincerità, eppure molti di loro soffrono in maniera per te incomprensibile.

    Io non affermo di sapere quale è il significato di questi 70, al massimo 80 anni di respiri e battiti cardiaci, e anche te dovresti evitare.

  15. ChristianFaith dice

    C’è un legame strettissimo tra VT e NT, non ci credo solo perchè ci credeva Gesù, ma il NT è il continuo della storia di Dio del VT, c’è una spiegazione logica al fatto che prima Dio poteva sembrare vendicativo e poi, con Gesù, il suo atteggiamento è cambiato. Ma non mi va di spiegarltelo perchè non ho nè tempo nè voglia. Io spiego le cose a chi domanda per sapere, tu non è vero che poni domande, tu ti dai le risposte e sei venuto qui per indignarti, come hai detto tu.
    Se le persone che credono pregano e non vengono ascoltate o non pregano Dio (quindi altri come santi e madonne)o non hanno fede pura quando pregano, cioè si rivolgono al creatore solo per bisogno fregandosene quando tutto va bene. Questo non lo dico io ma la Bibbia.
    Io credo in cio che credo, sono fatti miei, sto bene così, ho motivazioni logiche, e dico logiche. Io a differenza di te, non critico senza conoscere entrambe le versioni, tu la Bibbia non l’hai letta e se permetti, non mi va di discutere con te perchè non ne sei all’altezza. Io ho studiato sia le scienze e ho ottima conoscenza di astronomia, fisica e biologia, che della Bibbia.
    Detto questo choudo quì. mi scpiace sembrare snob, ma certe volte è l’unico modo per uscire da una discussione non costruttiva che non avrebbe mai fine in qaanto una parte sembra non voler ascoltare altre campane.

  16. Anonymous dice

    Matteo, le tue nefandezze sono paralogismi e logomachie che hanno una lapalissiana spiegazione mediante le parole di Sant Agostino.
    Leggi attentamente affinchè tu possa ravvederti.

    Se l’uomo non fosse libero, allora non avrebbe né meriti, né colpe. Il problema che si pone con questa affermazione è se esiste il libero arbitrio oppure la predestinazione, problema che si è venuto a creare in seguito al peccato originale:
    Dio, che è onnisciente e conosce il futuro, ha dato piena libertà all'uomo, ma sa che, lasciandolo libero, questi peccherà. Dio potrebbe anche intervenire per impedirglielo, ma non lo fa (libero arbitrio).
    L'uomo, così peccando, ha commesso il peccato originale, con cui ha compromesso la propria libertà, volgendola contro se stessa. Sebbene egli sia divenuto indegno di ricevere la salvezza, Dio, conoscendo le sue possibili scelte verso il male o verso il bene, dona ad alcuni, con la Grazia, la possibilità di salvarsi, mentre ad altri lascia la libertà di dannarsi; tuttavia, questa non è una scelta divina arbitraria, ma è semplicemente la prescienza di Dio che, nell'eternità (cioè oltre il tempo), vede coloro che possono ricevere la Grazia e coloro che non possono. Questi ultimi anche se la ricevessero non solo non si salverebbero, ma si dannerebbero ancor più. Dunque, per Agostino, la volontà di Dio precorre semplicemente la volontà dell'uomo, non la costringe, poiché tale nostra volontà è l'unica davvero che ci renda meritevoli della salvezza o della dannazione; infatti, anche se nessun uomo potrebbe salvarsi con la sola propria volontà, coloro che potrebbero salvarsi vengono soccorsi dalla Grazia divina, che li aiuta nella loro predisposizione. Tale concetto si spiega nella risposta evangelica di Cristo ai suoi discepoli, che gli avevano chiesto:
    « "Chi si potrà dunque salvare?". E Gesù, fissando su di loro lo sguardo, disse: "Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile." » (Matteo 19,25-26)
    Sarebbe d'altronde impossibile indagare le ragioni per cui Dio interviene a favore di alcuni e non di altri, perché noi non abbiamo titoli per criticare Dio. Agostino si rifà in proposito alle parole di Paolo di Tarso: «O uomo, chi sei tu per disputare con Dio? Oserà forse dire il vaso plasmato a colui che lo plasmò: "Perché mi hai fatto così?". Forse il vasaio non è padrone dell'argilla, per fare con la medesima pasta un vaso per uso nobile e uno per uso volgare?».

  17. ChristianFaith dice

    Ti ringrazio per questi commenti molto ben scritti e veritieri. Però c'è una cosa che sbagli dal ,mio punto di vista.
    La predestinazione vuol dire che è stato Dio ad eleggere e predestinare a salvezza futura, l'uomo, siccome è nel peccato originale è incapace di salvarsi da solo. In che senso? Nel senso che è incapace di avvicinarsi a Dio se Egli non mette prima il suo Spirito dentro di Lui. E infatti quando avviene la conversione, non è perche alcuni di noi sono migliori di altri e capiscono da soli che devono avvicinarsi a Dio, ma è stato Dio stesso ad iniziare questo procedimento secondo il suo piano iniziale, che poi porterà a termine con la giustificazione e la glorificazione del credente.
    Infatti, se ci fai caso, non ha sensodire che Dio ha preconosciuto e eletto chi avrebbe creduto in Lui, ma se abbiamo appena detto che l'uomo è sotto il peccato originale? Come fa da solo a invocare Dio sotto il suo peccato?
    La salvezza dipende da Dio dall'inizio alla fine, perchè se noi dovessimo confidare nel nostro buon proposito a seguirlo saremmo tutti dannati.
    Se Dio dice:

    Romani 9:15 Poiché egli dice a Mosè: «Io avrò misericordia di chi avrò misericordia e avrò compassione di chi avrò compassione».

    Ciò vuol dire che Lui fa come vuole e decide di avere misericordia in base ai suoi disegni divini.
    Se Efesini 2:8-9 dice:

    Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti.

    Vuol dire che la fede è un dono di Dio, (rifletti!) e se è un dono di Dio è stato Lui a donarci la fede. Le opere sono i nostri propositi e bravure, e anche dire di essere cosi spirituali da avvicinarci a Lui è un'opera che dà la bravura ad un credente piuttosto che ad un altro! Che senso ha dire che siamo noi inizialmente ad avvicinarci a LUi invocandolo e poi Lui ci dona la fede? Se noi non avessimo già ricevuto la fede non lo potremmo invocare in preghiera. Questo giustifica anche il fatto che molti non lo chiamano in preghiera per tutto il corso della loro vita ed è perchè Lui non li ha eletti.
    Elezione vuol dire scegliere, e come disse Spurgeon:

    "Se nella Bibbi vi sono persone chiamate gli eletti vi deve essere una elezione!"

    "Eleggere sa salvezza" vuol dire scegliere per la salvezza:

    Ma noi dobbiamo sempre ringraziare Dio per voi, fratelli amati dal Signore, perché Dio fin dal principio vi ha eletti a salvezza mediante la santificazione nello Spirito e la fede nella verità. (2Tessalonicesi 2:13)

    Dargli altri significati è insensato con tutto il resto della Bibbia e sminuisce la sovranità di Dio, che non ha certo bisogno delle opere dell'uomo per completare il suo piano.

    Del resto Dio ha sempre scelto dall'AT al NT, ha scelto Abele su Caino, ha scelto il popolo di Israele, ha scelto i suoi profeti, ha scelto gli apostoli, ha scelto Paolo (che come sai non l'aveva invocato, quindi non era predisposto alla fede, ma è stato Dio che lo ha reclamato come suo eletto) e ancora oggi, come dice la Bibbia chiama a sè i suoi eletti.

    E' Dio che fa e decide tutto, noi non possiamo fare nulla, tantomeno abbiamo la facoltà spirituale e libera di cercarlo.

    Le nostre libere scelte riguardano solo le nostre azioni quotidiane ma non quelle spirituali, in quanto incapaci e atei per natura, perche lontani da Dio sin dal peccato originale.

    Leggi qui:
    http://www.veritadellabibbia.net/teologia/sovranita.html
    http://www.veritadellabibbia.net/2015/01/dove-finisce-il-libero-arbitrio.html
    http://www.veritadellabibbia.net/2015/01/la-responsabilita-di-adamo.html
    http://www.veritadellabibbia.net/2015/08/come-faccio-ad-avere-la-certezza-della.html

  18. Anonymous dice

    1)Siamo religiosi e superstiziosi per natura, non atei. Sono millenni che attribuiamo ad esseri divini ogni accadimento naturale.
    2)Le nostre scelte quotidiane influenzano tutti gli altri eventi. Viviamo per le cose piccole, e con loro modifichiamo quelle grandi.
    3)Ad Anonimo: è una paraculata pazzesca dire che non ci è dato conoscere gli intenti di dio (sì, in minuscolo). Un approccio del genere può giustificare ogni stupidaggine. Solo le persone poco curiose si accontentano di una spiegazione simile.
    4)dio ha creato tutto, sapendo in anticipo come questo tutto finirà. Conosce tutti i dettagli – tutte le azioni compiute, che si compiono e che si compieranno. Prima di creare una persona, dio sa ciò che quella persona farà nella vita. Se dio dà vita a un futuro pedofilo, dittatore, assassino, terrorista è direttamente responsabile delle azioni di questo pedofilo, dittatore, assassino, terrorista. Perché? perché al suo posto avrebbe potuto creare chiunque altro. È onnipotente, no? O è vincolato?

    L'esempio del vaso è piuttosto stupido (la stupidità non è una qualità esclusivamente contemporanea). Tiene conto solo del singolo soggetto. Non tocca per un attimo l'interazione umana, dalla quale dipende tutto ciò che abbiamo attorno. La storia la modificherei così:
    il vaso chiede al vasaio: "Perché mi hai fatto in questa forma e in amianto? la forma potrebbe anche passare, è inusuale, ma l'amianto mi rende pericoloso per chi mi sta vicino."
    Ci sono solo due risposte. 1- il vasaio lo ha fatto intenzionalmente. 2- il vasaio non aveva altro materiale disponibile.
    Nel primo caso il vasaio è uno psicopatico. Nel secondo non è certo onnipotente.

    Giancarlo.

  19. Anonymous dice

    Certo, sono completamente d'accordo, il mio intervento voleva essere d'auspicio per un'interpretazione veritiera a riguardo.

    " anche se nessun uomo potrebbe salvarsi con la sola propria volontà, coloro che potrebbero salvarsi vengono soccorsi dalla Grazia divina, che li aiuta nella loro predisposizione. Tale concetto si spiega nella risposta evangelica di Cristo ai suoi discepoli, che gli avevano chiesto:
    « "Chi si potrà dunque salvare?". E Gesù, fissando su di loro lo sguardo, disse: "Questo è impossibile agli uomini, ma a Dio tutto è possibile." » "

    Credo personalmente che tentare di comprendere le cernite di Dio e come esse avvengono non sia di nostra competenza e non abbiamo neanche le capacità intellettive per poterlo fare. Credo che l'espressione usata " la volontà di Dio ripercorre la volontà dell'uomo e chiunque possa salvarsi viene soccorso dalla Grazia " significhi proprio questo.

    Essenziale è credere in Gesù precipuamente con il cuore, la ragione può aiutare a comprendere i Suoi insegnamenti e a menarci a Dio(dopo la Sua rivelazione). Ma anche prima che Egli si fosse rivelato l'accezione di Dio non era impervia, la si poteva intendere, ma non appurare, era appunto necessaria una sua Rivelazione.

    " Allora Paolo, alzatosi in mezzo all'Areopago, disse: "Cittadini ateniesi, vedo che in tutto siete molto timorati degli dèi.
    Passando infatti e osservando i monumenti del vostro culto, ho trovato anche un'ara con l'iscrizione: Al Dio ignoto. Quello che voi adorate senza conoscere, io ve lo annunzio.
    Il Dio che ha fatto il mondo e tutto ciò che contiene, che è signore del cielo e della terra, non dimora in templi costruiti dalle mani dell'uomo
    né dalle mani dell'uomo si lascia servire come se avesse bisogno di qualche cosa, essendo lui che dà a tutti la vita e il respiro e ogni cosa.
    Egli creò da uno solo tutte le nazioni degli uomini, perché abitassero su tutta la faccia della terra. Per essi ha stabilito l'ordine dei tempi e i confini del loro spazio,
    perché cercassero Dio, se mai arrivino a trovarlo andando come a tentoni, benché non sia lontano da ciascuno di noi.
    In lui infatti viviamo, ci muoviamo ed esistiamo, come anche alcuni dei vostri poeti hanno detto: Poiché di lui stirpe noi siamo.
    Essendo noi dunque stirpe di Dio, non dobbiamo pensare che la divinità sia simile all'oro, all'argento e alla pietra, che porti l'impronta dell'arte e dell'immaginazione umana.
    Dopo esser passato sopra ai tempi dell'ignoranza, ora Dio ordina a tutti gli uomini di tutti i luoghi di ravvedersi,
    poiché egli ha stabilito un giorno nel quale dovrà giudicare la terra con giustizia per mezzo di un uomo che egli ha designato, dandone a tutti prova sicura col risuscitarlo dai morti". "(Atto Degli Apostoli Cap 17).

    Preghiamo quindi Gesù!

    "Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me" (Gv. 14:6).

    "Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono coloro che entrano per essa. Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita! E pochi sono coloro che la trovano!" (Mt. 7:14)

    «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai! Vi ho detto però che voi mi avete visto, eppure non credete.
    Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato.
    E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno» (Gv 6,35-40)

    sandro.santucci@yahoo.it

  20. Anonymous dice

    Poichè viviamo in una società la quale fin dalle nostre prime giovinezze tenta di infonderci vizi e turpitudini quali la diffidenza, ecco qua un link dove sono elargite prove inconfutabili sulla correttezza di quello che dice la Bibbia (si parla dell'eclisse; della formula della relatività di Einstein; delle specie vegetali; del nome di Gesù nell'Antico Testamento che compare in sequenze equidistanti; di come la costola di Abramo sia una traduzione errata e tante altre cose).

    http://www.youtube.com/danilovalla

    Nella speranza che possa aiutarvi a ravvedervi, o a rinvigorire la vostra Fede.

    sandro.santucci@yahoo.it

  21. ChristianFaith dice

    Caro Giancarlo:
    Primo, non ti permettere assolutamente di dire che "chi si accontenta di tali spiegazioni non ha una mente curiosa" sottintendendo che chi ha fede è un ignorante! Forse sarai tu ignorante, perchè non sai che ognuno di noi che crede nel Dio di Abramo della Bibbia, lo ha conosciuto tramite comunione santa con Lui, cosa che tu non puoi capire perchè non l'hai avuta. Ognuno di noi conosce i fatti scientifici (che non sono in contrapposizione con ciò che dice la Bibbia!) e ognuno di noi puo o meno avere una laurea (come nel mio caso). Inoltre, tra le centinaia di scienziati creazionisti nel mondo vi sono paleontologi, genetisti, biologi, astronomi, fisici, ecc ecc… che credono alla creazione. La vita non si general dal nulla, ma sempre dalla vita stessa. Se è così, vuol dire che c'è qualcosa che non va negli altri scienziati che non ci credono, in quanto una verità scientifica per essere accettata deve essere obiettiva e accettata da tutti. Le chiacchiere e le teorie ateistiche dogmatiche (perchè l'ateismo è una fede arrogante senza prove scientifiche!), lasciamole pure a chi ha la mente limitata ai fatti materiali e non vede oltre. hi vede di qui e di là è certamente una persona più "ricca".
    Secondo, "ATEI PER NATURA" sono coloro che non conscono Gesù Cristo Salvatore, unico che può salvare questo mondo. Altri dèi inventati nell'antichità sono falsi dei dietro ai quali si possono nascondere solo Satana e i suoi servitori, visto che al mondo c'è un solo Dio. Ed è provato, anche se lo dice la Bibbia e non la cito visto che non ci credi, che la maggior parte delle persone sono atee incapaci d avvicinarsi a Dio. Con ateo questo intendevo. Anche se forse la parola non è azzeccata perchè ateo è colui che vive senza Dio, falso o vero che voglia essere.

    Ognuno di noi che crede non crede per sua scelta e sua volontà, ma è stato Dio che ci ha scelti in mezzo a tanti e ci ha chiamati a sè tramite il suo Spirito, nel bel mezzo della nostra vita atea e contro Dio, come lo ero io prima della chiamata! E come lo erano tutti!

    E per te infine:

    Poiché la predicazione della croce è PAZZIA PER QUELLI CHE PERISCONO, ma per noi, che veniamo salvati, è la potenza di Dio; infatti sta scritto: «IO FARO' PERIRE LA SAPIENZA DEI SAGGI e annienterò l'intelligenza degli intelligenti». Dov'è il sapiente? Dov'è lo scriba? Dov'è il CONTESTATORE di questo secolo? Non ha forse Dio reso pazza la sapienza di questo mondo? Poiché IL MONDO NON HA CONOSCIUTO DIO MEDIANTE LA SUA SAPIENZA, è piaciuto a Dio, nella sua sapienza, di salvare i credenti con la pazzia della predicazione.(1Corinzi 1:18-21)

    E il fatto che tu non voglia credere è perchè Dio ti ha indurito il cuore come ha fatto con il faraone:

    Non dipende dunque né da chi vuole né da chi corre, ma da Dio che fa misericordia. La Scrittura infatti dice al faraone: «Appunto per questo ti ho suscitato: per mostrare in te la mia potenza e perché il mio nome sia proclamato per tutta la terra». Così dunque egli fa misericordia a chi vuole e indurisce chi vuole. (Romani 9:16-18)

    Tu sei un peccatore bisognoso di salvezza e non te ne rendi conto: sta qui la differenza tra il credente e non credente! Continua pure a confidare nelle capacità fallibili e finite dell'essere umano, io confido in Dio!

    Se queste parole scuotono qualcosa in te, nella tua coscienza, puoi sempre rivlgerti a Dio per ricevere il dono della fede, cosa che farà dal momento in cui tu lo cerchi sinceramente. Se queste parole non ti scuotono nulla, ritieniti pure nemico di Dio e come tale non degno della sua benevolenza e salvezza e quindi renderai conto della tua incredulità nel giorno del giudizio, nel giorno del ritorno del nostro Signore Gesù.

  22. Archangelus dice

    e lilith? non è lilith la “prima donna”??

  23. ChristianFaith dice

    Lilith non era la prima donna, era semplicemente un demone secondo la mitologia mesopotamica. Citato anche nella Bibbia come uno spirito negativo (degli angeli caduti di Satana), non ha nulla a che vedere con i primi uomini sulla terra.

  24. Archangelus dice

    non ha mai pensato che alla fine lei stia cercando di difendere un libro che ,se pur importante, è stato romanzato e interpretato a piacimento?

  25. ChristianFaith dice

    No assolutamente! Lo pensavo fino a 4 anni fa quando, da atea, non avevo mai letto il testo sacro ma lo avevo solo criticato come fa la stragrande maggiornaza della gente senza nemmeno leggerlo e informarsi bene sulla sua veridicità.
    Esistono prove a favore della Bibbia esiste l’archeologia biblica che la conferma, la più grande è la scoperta i Rotoli del Mar Morto a Qumran nel 1948 con centinaia di papiri del vecchio e nuovo testamento in una giara, che messi a paragone con le nostre copie di oggi, risulta una precisione di oltre il 98%. Non è stata cambiata, conferma che è la Parola di Dio.
    Poi perchè ci credo? Perchè nessun altro testo sacro che esiste, nessun altra religione mai esistita sulla faccia della terra parla di un Dio che fa promesse e le mantiene, fa profezie e si avverano. Nel vecchio testamento i profeti hanno fatto centinaia di profezie che si sono poi avverate sul Messia tanti secoli dopo. Gesù ha fatto altrettante profezie che si stanno avverando nei giorni nostri. E tornerà per il giudizio unbiversale come ha promesso. Ma questo la gente non lo sa perchè non legge la Bibbia, se solo la leggesse smetterebbe di portarle false accuse.
    Afrodite, Zeus, Astarte e Pinco Pallino, chiacchiere, culture belle e affascinanti ma solo mitologia, suvvia basta metterle a paragone con la Bibbia.
    Gli apostoli se non fosse stato vero che avevano visto Cristo resuscitato di certo non sarebbero morti perseguitati per nulla dai Romani, avrebbero confessato sotto tortura che stavano mentendo sul messia, eppure loro per la loro fede autentica non hanno tradito il loro maestro e non lo faremo nemmeno noi cristiani di oggi, perchè aspettiamo il suo ritorno che avverrà, perchè non esiste profezia che non si sia avverata nella Bibbia.
    La Bibbia è passato, presente e futuro.
    Saluti

  26. Anonymous dice

    "Le chiacchiere e le teorie ateistiche dogmatiche (perchè l'ateismo è una fede arrogante senza prove scientifiche!), lasciamole pure a chi ha la mente limitata ai fatti materiali e non vede oltre.

    Chi vede oltre è comunemente definito schizofrenico.

    Giancarlo.

  27. ChristianFaith dice

    Stai paragonando la fede alla schizofrenia? Questo mostra la tua ignoranza sia per quanto riguarda la fede che per quanto riguarda la psichiatria.
    Vedere l'oltre non è inteso come avere visioni, vivere sotto altre personalità (questa è la schizofrenia, impara!) ma "vedere" ed essere certi di una cosa che tu non conosci, perchè più grande di te e che forse, proprio a te, non è stato dato di conoscere, e perchè hai la mente limitata a quel che vedi con i tuoi occhi. Ma noi esseri umani, a differenza degli animali, abbiamo dei sentimenti molto forti, abbiamo il senso del'eterno, abbiamo un'anima, non riusciamo a controllare i nostri impulsi con la ragione (vedi la gelosia, la rabbia, l'amore, sono tutti sentimenti umani). Gli animali hanno sentimenti non legati al proprio io o al prorpio orgoglio, come gli umani, ma solo all'istinto della sovravvivenza, alla fame. Una bella differenza su cui non rifletti.
    Il fatto che una cosa nn è provata non vuol dire che non esiste perchè per affermare che non esiste devi provare che non esiste. Quindi fino ad allora il tuo ateismo è una fede dogmatica. Del resto confidare nell'uomo è limitato, dipende tutto dalle sue scoperte e ci vuole del tempo. Mille anni fa avrebbero anche detto che non si poteva volare, eppure il secolo scorso sono stati inventati gli aeroplani! Tu continua a confidare nell'uomo, e poi sei costretto a ritrattare cio che affermi, in quanto quel che dicono gli esseri umani è passeggero e soggetto a cambiamento nel tempo.
    Allora la metà del mondo dovrebbe essere schizofrenica stando a quel che dici. O magari lo sono quelli che "non riescono a vedere e percepire" cose che in realtà esistono?
    Ma certo che no, tu hai la verità, tu sei certo di quel che affermi nonostante non lo conosci, ed è questa la vera arroganza.
    Anche per il solo fatto che stai qui a discutere vuol dire qualcosa: tu neghi Dio perchè vorresti che cosi fosse, ma se ne fossi convinto non sentiresti nemmeno il bisogno di confrontarti con credenti e venire nei loro siti a discutere, perchè se tanto non ci credi vivi tranquillo senza parlarne. Mentre il voler per forza smentire l'esistenza di Dio significa che ipotizzi la sua esistenza.

  28. Anonymous dice

    Solo per minare la credibilità di tutto ciò che affermi: gli animali sono capaci di gelosia, come sono capaci di rabbia e amore. Ci sono migliaia di studi sull'argomento.

    Giancarlo.

  29. sandro santucci dice

    Per Giancarlo:

    Seguendo le linee del tuo ragionamento da ateo naturale, vorrei che rispondessi a una semplice domanda, te la illustro.

    Se ammettiamo di essere semplici animali, i quali evolutisi da specie inferiori acquistano progressivamente esperienza nel tempo, così da diventare intelligenti con il passare dei secoli, ciò significa che l'uomo è la sua esperienza.

    L'uomo non può figurarsi nulla di cui non ha esperienza, è sempre limitato ad essa. (Un esempio per farti capire meglio è la battaglia di Gaugamela -1º ottobre del 331 a.C.- combattuta da Alessandro Magno, il quale avvedutosi di combattere contro animali mai visti prima, gli elefanti, ebbe una sdilinquente reazione. Alessandro Magno si spaurì poichè fin ad ora non avendoli mai visti prima non era in grado di immaginarsi animali del genere). (Altro esempio: nel cercare di immaginare un mostro noi non possiamo immaginare nulla che non abbiamo mai visto: ci profileremo qualcosa con la testa da leone e le gambe di gallina…che è un insieme di animali già a noi noti; oppure altereremo le forme, partendo sempre da forme primarie a noi note).

    Ora, pensiamo al primo uomo e donna(per te uomo/scimmia e donna/scimmia) sulla terra; esattamente i primi due poichè se per te deriviamo dalle scimmie ci saranno stati comunque dei primi o dei coacervi di esemplari iniziali.

    Questi primi individui, osservano il mondo esterno, la natura e così acquisiscono nozioni mediante le quali rinvigoriscono la loro intelligenza.

    MA in natura, nel mondo animale, non esistono la giustizia, la compassione, la coscienza, la felicità, la sofferenza e tante altre cose. (Gli animali non provano dispiacere nel uccidere un altro animale per fame), per cui questi valori se l'uomo non ha potuto osservarli in natura (intesa come mondo animale esterno al loro 'io') ne' ha la capacità di immaginarseli a causa del limite della sua esperienza, come mai esistono?? Da dove provengono??

    La risposta è che provengono da Dio. Sono dentro di noi, perché Dio così ha voluto.
    (Credo che il peccato di Adamo ed Eva con il quale sono venuti a conoscenza del bene e del male fosse necessario per la nostra salvezza).
    (Se non esistesse il male non potremmo capire cos'è veramente il bene e viceversa; così come se non esistesse il salato non sapremmo cos'è il dolce e vic. -esempio stupido ma efficiente-).

    Sandro Santucci

    P.s.
    Le mie scuse all'autrice del forum per i miei precedenti messaggi anonimi.

  30. Sandro Santucci dice

    Per Giancarlo:

    La differenza tra l'uomo e l'animale è la coscienza e la volontà.
    Gli animali non decidono di fare lo sciopero della fame, non deliberano di non mangiare.
    (Infatti secondo Freud ciò che distingue l'uomo dall'animale è che noi abbiamo impulsi che possiamo inibire, gli animali hanno l'istinto che non possono in nessun modo soggiogare).

    (Ci sono differenze tra provare amore per i propri cuccioli ed avere COMPASSIONE ed essere MISERICORDIOSI verso il prossimo).
    La rabbia è una conseguenza della fame o del pericolo FISICO.

    La giustizia gli animali la provano? La misericordia la provano? La sofferenza morale gli animali la provano? L'autocoscienza di essere vivi e che se non si nutrono periscono ce l'hanno? Il perdono lo provano? LA COMPASSIONE ce l'hanno? E l'etica e la morale?…

    (Osservando gli animali che si ghermiscono per sopravvivere, come ha fatto l'uomo/scimmia a figurarsi la pietà per quelli che non mangiano o che periscono? O il perdono per aver rubato cibo ad altri se già tali valori non erano dentro di lui?)

    (Per quanto riguarda l'amore credo che Dio, essendo amore, lo abbia irradiato a tutte le forme di vita, ma solo l'uomo, dotato anche di coscienza, è in grado di esserne consapevole e di donarlo anche ai suoi nemici mediante la volontà, cosa che gli animali non fanno).

    Rispetto comunque il tuo punto di vista, nonostante non lo condivida, ma lo stesso varrà per te.
    Continuare ritengo sia fatuo, causa il tuo essere pervicace.
    Spero che un giorno tu possa usare la tua caparbietà per lodare Dio.

    Buona giornata,

    Sandro Santucci

  31. ChristianFaith dice

    Grazie Sandro per aver detto al posto mio quel che volevo dire, mi hai evitato la fatica.

    Vorrei solo precisare, riguardo agli animali e rispondendo a Giancarlo, che, appunto perchè come mestiere lavoro con gli animali, precisamente i cani, visto che sono allevatrice cinofila (ma ho anche cavalli), e abito in campagna, che posso affermare con certezza che è tutta una creazione di Dio. E questo lo si capisce a maggior ragione standoci in mezzo e vivendo a stretto contatto con la natura, dove la si osserva continuamente e si assiste ai cambiamenti della natura quotidianamente, di come possa tutto essere perfetto e in armonia, non di certo frutto del caso fortuito. Ogni cosa funge in relazione ad un altra, è tutto un circolo, da come coltivo i pomodori e ne vedo nascere i frutti, da come si comportano gli animali tra di loro e nei confronti dell'uomo. E' tutto meravigliosamente meraviglioso :))) Gelosia e rabbia negli animali sono derivati solo dal loro istinto di sopravvivenza e al non essere abbandonati. Nell'uomo i sentimenti negativi sono derivati dal suo orgoglio, cosa che l'animale non capisce. E quando ho sentito crescere la vita dentro di me, che dal nulla e nutrendosi attraverso il mio corpo è diventata un piccolo essere umano con anima e coscienza, capace di riconoscere il bene dal male, senza nemmeno averglielo insegnato, sin da subito. Ma bisogna essere davvero "chiusi" per non accorgersi che questo non è frutto del caso, tutti questi meccanismi cosi perfetti che non possono nascere dal caso, anche perchè la legge naturale che possiamo osservare dice che dall'ordine si va verso il disordine e non viceversa" è tutto molto illogico. Infatti noi dall'ordine della Creazione stiamo andando verso il disordine e il mondo sta degenerando, sia nell'essere umano che nella natura. Tutto si sta roviando.

    Sicuramente, primo, noi abbiamo una coscienza innata riguardo al bene e al male, cosa che gli animali non hanno e non si pongono nemmeno il problema dell'ieri e del domani o dell'eternità, ma soltanto del presente, sapendo che hanno fame devono mangiare o dormire, secondo ammazzano non per orgoglio e cattiveria come gli esseri umani, ma solo per bisogno. L'animale non ha senso di orgoglio, caratteristica del tutto umana. E non dipende dall'intelligenza, visto che l'intelligenza è la facoltà di capire come funzionano le cose che si osservano e saperle rifare.

    L'essere umano è dotato di coscienza perchè "Dio ha fatto ogni cosa bella al suo tempo: egli ha perfino messo nei loro cuori il pensiero dell'eternità, sebbene l'uomo non possa comprendere dal principio alla fine l'opera che Dio ha fatta." (Ecclesiaste 3:11) Infatti non possiamo comprendere l'opera di Dio, crederlo è impossibile, anche gli atei non sanno dare risposte, anche credendo nel brodo primordiale devono pur chiedersi il perchè di questo inizio della vita.

    Che bella la vita e che bello il Creato di Dio. L'uomo ha intelligenza e coscienza perchè Dio cosi l'ha creato, a sua immagine, e la sua scienza benvenga a spiegare il funzionameto del suo Creato ma non potrà mai spingersi oltre questo, ne potrà solo spiegare il funzionamento che osserva ma mai le dinamiche dell'inizio o le motivazioni della nostra vita.

  32. sandro.santucci dice

    Dio la benedica per il lucore dei suoi blog!!
    Grazie per il lavoro che compie!

    Sandro Santucci

    P.s.
    Le consiglio fervidamente questo link (www.youtube.com/danilovalla), nel quale sono esposte esaustivamente alcune prove sull'esattezza di ciò che dice la Bibbia, essendo essa parola di Dio.

    P.p.s.
    Chiedo scusa per il collocamento errato del mio commento, ma non riesco a postarlo nella sezione adeguata, a causa del captcha al di sotto del quale non compare lo spazio per riscriverlo.

  33. sandro.santucci dice

    Aggiungo delle ultime considerazioni per concludere la dissertazione in merito all'agnosticismo e l'ateismo.

    Abbiamo detto che l'uomo non può figurarsi nulla di cui non ha esperienza, e i valori che ha provengono da Dio, come il concetto di Dio stesso.

    "Dio ha fatto ogni cosa bella al suo tempo: egli ha perfino messo nei loro cuori il pensiero dell'eternità, sebbene l'uomo non possa comprendere dal principio alla fine l'opera che Dio ha fatta." (Ecclesiaste 3:11)

    Essere agnostici non significa negare Dio (che è nei nostri cuori), ma ammettere l'impossibilità che l'uomo possa giungere a Lui, un Ente così perfetto e diverso da noi, e che ogni tentativo dell'uomo di cercarLo sia vano.
    Ma così si ammette anche la necessità che sia Dio a doversi rivelare affinchè possiamo asserire la sua esistenza, poichè l'uomo è un essere imperfetto.

    Ma Dio si è rivelato! Leggete la Bibbia! (Esiste una dovizia di prove sulla correttezza di quello in cui è scritto al suo interno che dimostrano che sia parola di Dio e non degli uomini!) (Una delle tante è la seguente: nella Genesi è scritto che le piante sono state create dopo la creazione del cielo e della luce. Oggi noi sappiamo, in merito a studi principiati nel 1771, che la condizione vitale delle piante è la fotosintesi clorofilliana che richiede luce e ossigeno -cielo e luce- e che esse non possono vivere, quindi, senza luce e ossigeno. Per cui si conferma quello che descrive la Genesi, la quale fu scritta molti anni prima da uomini, che non possedevano tali conoscenze. Come è possibile? Perchè è scritta da uomini ispirati da Dio, quindi è parola di Dio e Lui non può sbagliare!) http://www.youtube.com/danilovalla

    Affinchè sia coerente il ragionamento, allora, occorrerebbe modificare le premesse iniziali: l'uomo dovrebbe negare l'esistenza di Dio (ateismo), non il divario tra noi e Lui, ma questo è impossibile. L'uomo non può immaginarsi nulla di cui non ha esperienza, quindi Dio non può essere un invenzione dell'uomo.

    Ma la gente non si ravvede nemmeno davanti all'evidenza. "Poiché la parola della croce è pazzia per quelli che periscono; ma per noi che siamo sulla via della salvazione, è la potenza di Dio" (I Corinzi 1:18).

    " Otto giorni dopo i discepoli erano ancora in casa e c’era con loro anche Tommaso. Venne Gesù a porte chiuse, si fermò in mezzo a loro e disse: “Pace a voi”. Poi disse a Tommaso: “Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente”. Rispose Tommaso: “Mio Signore e mio Dio!”. Gesù gli disse: “Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno”. (Gv 20, 26-29) "

    Sandro Santucci

  34. ChristianFaith dice

    Grazie Sandro, non ti scusare per il commento collocato male, in realtà vorrei solo mettere un po' di ordine nei miei post perchè accade che molte volte la gente inizia con un argomento e si va a finire ad un altro, andando tutto fuori tema con il titolo della pubblicazione. Ma qui siamo rimasti perfettamente in argomento. E per i commenti anonimi non li preferisco perchè non si puo iniziare una discussione, e il nome "Anonimo" in cima ad ogni commento non è proprio il massimo!

    Sì, conosco Danilo Valla, purtroppo non posso aprire i filmati causa la mia connessione gprs lentissima (sono rimasta all'età della pietra!).

    Ma ci sono tanti siti sul creazionismo, a parte l'italiano http://www.creazionismo.org, molto ben rifornito è http://www.answersingenesis.org (in inglese). I libri del genetista Giuseppe Sermonti sono pefetti nello spiegare Bibbia e Big Bang, e inizio della vita. Tutto combacia! La Bibbia dice il giusto! Il problema è solo il darwinismo, che infatti era e rimane solo una teoria causa dell'anello mancante. Per non parlare del sito http://www.lingannodellevoluzione.com

    Che problemi ci sono sulla pagina Discussioni? Mi dici di un capcha senza spazio sotto? Se me lo fai sapere lo sistemo!

    A presto

  35. sandro.santucci dice

    Il mio problema è che in fondo ad ogni pagina di un post (tranne questo), provo a scrivere il commento, ma quando mi chiede il captcha non ho dove scriverlo.
    Proverò a usare un altro computer per assicurarmi che non sia un mio problema.

    Grazie per i link citati!
    🙂

    Sandro Santucci

  36. ChristianFaith dice

    E' strano, a me funziona tutto… in capcha è attivato contro lo spam, ma a me non lo chiede. Forse devi essere loggato su google?

  37. sandro.santucci dice

    Ho provato a inserire il commento sia con il mio account google, che senza, ma il risultato è il medesimo.
    Penso proprio che sia il mio computer, cercherò di dirimere il problema, chiedendo a qualcuno più competente di me. 🙂

    Grazie per l'interessamento!

    Sandro Santucci

  38. Elmo il Lavativo dice

    Io sono cattolico, ma non ho mai letto una tale accozzaglia di teorie visionarie. Tutto per far quadrare una visione letterale della Bibbia.

    Per gli evangelici presenti

    Voi siete ugualmente colpevoli di tutte le colpe che ha prodotto la cristianità, poiché tutti i cristiani, lungo la storia, si sono macchiati di atti nefandi.

    Fare il gioco allo scaricabarile non mi è mai piaciuto.

  39. ChristianFaith dice

    Bene Elmo il Lavativo, sono contenta che tu ti sia sfogato in questo contesto con un discorso fuori tema che non c'entra nulla, però la finiamo quì perchè non mi interessano le discussioni tra cristiani.
    A proposito, strano modo di essere cristiano e non credere alla Bibbia o credervi solo per metà quando Gesù ha detto esplicitamente e più volte che la Parola è verità. E la parola è Lui che ha sempre citato anche l'antico testamento e anche la creazione di Dio per mezzo di Adamo ed Eva. Schiarisciti le idee 😀

  40. Alessio Rando dice

    Quindi Adamo ed Eva sono realmente esistiti?

  41. Anonymous dice

    Innanzitutto quando ci si riferisce alla Bibbia, è scorretto dire "la genesi" perchè così si indica l'atto della creazione, bisogna dire "il genesi" in quanto ci si riferisce al libro della genesi. Questo era rivolto a tutti voi che avete commentato, ma sopratutto a colui che si è preso la briga di scrivere queste cose.

    In secondo luogo, vorrei capire chi vi ha messo in testa queste fesserie degli errori nei cromosomi.
    Cosa è questa cavolata che ci stiamo degradando?
    Si chiama variabilità genetica, alla base dei meccanismi di duplicazione del DNA ci sono errori a livello molecolare, che non sono affatto imperfezioni, questi errori sono la base della diversità dei geni che permette a noi, come a tutte le specie viventi, di evolversi per adattarsi meglio all'ambiente in cui vivono (vedi selezione naturale).

    Insomma, non sono assolutamente contro la Bibbia, ma la gente dovrebbe capire che è solamente un modo per dare delle risposte alla gente (specie nei secoli passati).
    E' assurdo pensare che il genesi contenga elementi storici.
    Caino non avrebbe mai potuto costruire nulla, ne Adamo è esistito.
    Non c'è stato nessun primo uomo creato dal nulla, siamo tutti evoluti da organismi primordiali unicellulari che si sono formati dalle favorevoli condizioni venutesi a creare sul nostro pianeta. E la terra non è stata creata in 6 giorni, tutto nasce dal Big Bang…
    Vi sarete stufati a questo punto e sarete più che convinti che magari sono uno che non crede in Dio, al contrario ci credo, e molto. La sua opera è stata solamente (e con solamente non intendo affatto sminuirla) quella di dare il via al Big Bang, di li, le cose sono avvenute di conseguenza, rispettando i suoi piani, ma procedendo da sole verso la via che egli stesso aveva tracciato, per far si che questo stupendo universo, nel quale viviamo prendesse forma e vita.

  42. Dellomo Gianluca dice

    condivido la risposta! vorrei sottoporvi una riflessione: prima della caduta Adamo e Eva potrebbero avere avuto altri figli? Dio disse a Eva “IO moltiplicherò grandemente i dolori del tuo parto come se prima avesse partorito senza dolori, e poi i famosi figli di Dio che si unirono alle figlie degli uomini non potevano essere proprio tali figli? è un po bizzarro, lo so ma che ne pensate?

    1. ChristianFaith dice

      Certo, è molto logico che Adamo ed Eva, essendo i primissimi uomini, prima di Caino e Abele, abbiano fatto altri figli che sono andati a popolare altre zone. Ma questo sempre dopo la Caduta, che si è avuta per la loro disubbidienza. Ecco poi che la Bibbia dice che i due si sposarono con donne provenienti da altre zone. Erano sempre parenti, figlie di zii o di generazioni successive ad Adamo ed Eva. Non dimentichiamo che la Bibbia dice che Adamo visse 930 anni, e di Eva, anche se non lo dice, avrà vissuto altrettanti anni, poco piu poco meno. In tutti quei secoli le zone circostanti alla valle dell’Eden si popolarono. All’inizio non c’era il peccato di incesto, introdotto dopo, e la consanguineità non portava a malattie. Siamo agli inizi vicino alla perfezone della Creazione, la degenerazione è cominicato molto dopo, man mano che ci allontaniamo da quel periodo, è andata sempre peggio, fino ad arrivare allos tato attuale delle cose.

    2. Sandro dice

       – Quindi Adamo conobbe ancora la sua moglie, che partorì un figlio e lo chiamò Seth, perché ella disse: «Dio mi ha dato un altro discendente al posto di Abele, che Caino ha ucciso». Anche a Seth nacque un figlio, e lo chiamò Enosh. ALLORA si cominciò a INVOCARE il nome dell’Eterno. – (Genesi 4:25-26)

      Seth è il discendente che fu dato al posto di Abele, e se ci fossero stati altri figli di Dio (intesi come uomini che già invocavano Dio) sarebbero stati menzionati, e non sarebbe stato necessario che Dio avesse dato Seth ad Adamo.

      1. Sandro dice

        Tutti gli uomini partoriti prima di Caino e Abele, dopo la Caduta, erano persone che non invocavano Dio (i figli degli uomini). Solamente la discendenza di Abele, e del seguente Seth, appartengono ai figli di Dio.

    3. Alessio Rando dice

      Il testo dice chiaramente che, se Adamo ed Eva non avesserò peccato, Eva avrebbe partoritò senza dolore, ma non è stato così: Eva ha peccato e perciò è stata punita!

Lascia una risposta

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accetta Leggi di più